Netflix risparmia banda e mantiene alta la qualità dello streaming

0
1267
Netflix

Netflix ha un problema con il consumo di banda. Al momento il servizio di streaming online americano rappresenta il 36.5% dell’intero consumo di banda negli USA. Numeri decisamente elevati e destinati anche ad aumentare considerato l’incremento dei contenuti 4K, delle connessioni LTE e della progressiva disponibilità di canali di connessione ad alta velocità.

Il sito Variety.com ha riportato una notizia secondo la quale Netflix è pronta a ridigitalizzare interamente il proprio catalogo in modo da risparmiare la banda utilizzata pur mantenendo un’elevata qualità dei contenuti. Secondo quanto riportato, con questa mossa Netflix potrebbe risparmiare fino al 20% di banda.

Il ragionamento di Netflix per arrivare a raggiungere l’obiettivo, parte da una considerazione molto semplice: non tutti i contenuti sono uguali. per trasmetere un episodio dei Simpson, che hanno un numero limitato di colori e scene con movimenti limitati, non è necessario utilizzare la stessa banda di trasmissione utilizzata per esempio per Hunger Games.

Netflix ha dunque intrapreso una collaborazione con le Università della California, Nantes e Texas per scansionare ciascun episodio e determinarne la complessità. Dunque un film che utilizza una ridotta banda di colori ed ha scene con un numero limitato di movimenti può essere compresso maggiormente senza per questo perdere qualità.

Utilizzando questo tipo di tecnologia, Netflix dovrebbe essere in grado di offrire contenuti di buona qualità anche in caso di bassa disponibilità di banda, mentre la disponibilità di diversi livelli di compressione in relazione alla banda disponibile dovrebbe garantire un’alta qualità dello stream