Windows 10 Anniversary Update: pubblicità in Esplora File?

0
3295
Windows 10

Giorni impegnativi per il “gossip” su casa Microsoft: la società di Redmond è all’opera su un nuovo smartphone Windows 10 Mobile, un portale per i contenuti in realtà mista e ovviamente la prossima build di Windows 10 Creators Update. che potrebbe essere rilasciata a partire da Aprile. In mezzo a tutto ciò, spunta una novità alquanto curiosa, che ha già fatto discutere oltreoceano.

Gli utenti statunitensi di Windows 10 Anniversary Update avrebbero infatti rilevato nelle ultime ore un banner promozionale in Esplora File, comprensivo di pubblicità relativa a One Drive, il servizio cloud di default per l’utenza Windows 10. Gli ads sarebbero apparsi su alcuni PC su cui era attivo Windows 10 Anniversary Update; tuttavia non mancano i report di utenti che stanno utilizzando le development build relative a Creators Update.

Per quanto riguarda la situazione europea, la comparsa della curiosa pubblicità avrebbe al momento riguardato esclusivamente un PC del Regno Unito, pertanto le segnalazioni rimangono molto circoscritte, anche se non si può escludere l’arrivo di una forma promozionale simile dei servizi Microsoft anche in Italia.

Windows 10 e le pubblicità; come gestirà Microsoft la situazione?

Naturalmente, non sono mancate le discussioni tra chi vede l’autopromozione di propri servizi in Windows 10 come legittimo, e chi non ama per nulla la nuova mossa di Microsoft, ottenendo il consenso da parte di chi ha fatto un regolare update. C’è ovviamente possibilità di disattivare l’opzione pubblicità integrata di default, seguendo questo breve iter: aprire il menu Opzioni dal file explorer, dopodiché selezionare la scheda Visualizzazione.

Apparirà la possibilità di togliere il segno di spunta all’opzione “mostra le notifiche del provider di sincronizzazione”. In questo modo sparirebbero permanentemente le pubblicità relative ad One Drive su Windows 10, e si chiuderebbero le porte ad altri eventuali ads in futuro.

La pubblicità potrebbe comparire indipendentemente dal fatto che sul nostro PC sia installato o meno il prodotto presentato, perciò si tratta di un’idea da prendere in considerazione, malgrado si possano riscontrare problemi di sincronizzazione e gestione notifiche proprio con il software pubblicizzato.

Una seconda opzione di disattivazione pubblicità prevede l’accesso al registro di sistema e la localizzazione del valore HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Windows\ CurrentVersion\Explorer\Advanced, cliccando poi la proprietà ShowSyncProviderNotifications e modificando il valore a zero per spegnerlo. Il valore 1 riporterà il tutto come alle origini.

Come vediamo, Microsoft sta tentando diverse vie per la promozione dei propri prodotti, alcune delle quali potrebbero risultare poco gradevoli agli user non molto avvezzi alla pubblicità: l’aggiornamento previsto per il prossimo 11 Aprile confermerà o meno questo trend, con la release della versione RTM tanto attesa dal pubblico.