Wi-Fi CERTIFIED ac, nuove specifiche per le connessioni wireless: velocità ed efficienza

0
1428

Sono finalmente state rese note le caratteristiche che Wi-Fi Alliance ha proposto per aggiornare le specifiche alla base del protocollo Wi-Fi 802.11ac, portando alla luce la cosiddetta generazione wireless “wave 2”, in grado di promettere significativi aumenti in termini di prestazione nello streaming nel caso in cui nelle vicinanze dell’utente ci siano molti device connessi in Rete.

Il nuovo Wi-Fi Certified ac quindi permette, da queste premesse, una migliore gestione della banda in tutti quei contesti dove troviamo più dispositivi connessi in contemporanea, siano essi PC, smartphone, TV, tablet oppure dispositivi intelligenti per la domotica. Al centro di questo rinnovamento, troviamo la tecnologia conosciuta con l’acronimo di MU-MIMO (ovvero, Multi-User Multiple Input Multiple Output), che come suggerito dal nome permette di connettere alla stessa rete tanti dispositivi senza perdere in capacità.

Tutti i device connessi tramite il nuovo standard potranno aumentare di circa tre volte la propria velocità online, favorendo quindi chiaramente la distribuzione o il download di file da Internet. A supporto di questa ottima notizia, soprattutto per chi fa largo uso di servizi streaming oppure è abituato a lunghe sessioni di scaricamento file, arriva anche un upgrade alla banda massima per canale disponibile all’utente, che passa dai consueti 80 ai 160 megahertz, irrobustendo la velocità con cui i dati vengono trasmessi.

Wi-Fi Certified ac, come cambia in meglio il mondo dello streaming e il download

Migliorare e rendere sempre più veloce l’approccio dei dispositivi in grado di connettersi a Internet al mondo Wi-Fi è al centro del discorso che Edgar Figueroa, Chief Executive Officer della Wi-Fi Alliance che sovrintende agli standard wireless più comuni nel mondo moderno, ha affrontato nelle ultime ore, suggerendo un cambiamento di impostazioni in grado di offrire ad ogni dispositivo tutta la banda necessaria per compiere determinate operazioni.

Anticipare le nuove applicazioni del mondo wireless e soddisfare al tempo stesso la crescente domanda di piani Web che consentano di gestire più dispositivi per casa e soprattutto per persona, è uno dei principali traguardi che Wi-Fi Certified ac si propone. Ed in modo del tutto facile e veloce: molti dei device attualmente disponibili sarebbero già compatibili, e non occorrerebbe altro che un rapido aggiornamento firmware per connettersi tramite le nuove specifiche.

Gli strumenti hardware che potranno vantarsi della certificazione ufficiale potranno comunque avvantaggiarsi della scalabilità dei canali (utilizzando contemporaneamente 2/4/5 Ghz, a seconda del tipo di attività richiesta) al massimo della banda disponibile. Il sito Wi-Fi Alliance ci propone inoltre una lista di prodotti già pronti a questo standard, in attesa ovviamente di ampliare le risorse disponibili man mano che le nuove specifiche verranno recepite ed ottimizzate dai produttori.