Verizon compra AOL per 4.4 miliardi di dollari

0
2106

Verizon, colosso delle telecomunicazioni in America, ha appena acquistato lo storico marchio AOL per 4.4 miliardi di dollari. Verizon è il principale operatore di telefonia mobile in America, fornitore di banda, attivo anche nel campo del cloud e proprietario di asset tecnologici di assoluta importanza. AOL è un marchio storico americano che agli albori della rete era assolutamente il dominatore del mercato per i servizi Internet.

AOL ieri

Nel 2001 AOL era stata acquisita da Time Warner brillante gruppo editoriale americano con la prospettiva di diventare la più grande società attiva nel campo dell’editoria online. Tuttavia le aspettative di quella che era diventata AOL Time Warner furono decisamente disattese e caddero vittima del crollo del mercato delle società internet, fino a riportare una perdita di 99 miliardi di dollari nel 2002. La debacle della fusione con Time Warner ha condotto alla scissione delle due compagnie nel 2009 e alla ricostituzione dello storico marchio AOL.

AOL oggi

Oggi AOL è una società ancora attiva nei servizi internet ed è proprietaria di diversi siti di successo a sfondo editoriale, primo fra tutti il noto portale TechCrunch. Negli ultimi anni ha sviluppato una serie di tecnologie relative alla vendita della pubblicità ed ai video di alta qualità. Proprio queste due peculiarità hanno portato AOL all’attenzione di Verizon.

Gli obiettivi di Verizon

Verizon è interessata ad acquisire il know-how di Aol nel campo del delivery della pubblicità e della distribuzione dei video in alta qualità. L’obiettivo del colosso delle telecomunicazioni potrebbe essere quello di lanciare un servizio video da mettere a disposizione dei suoi utenti mobile, costruendo un modello di business che sfrutti l’esperienza di AOL nel campo editoriale e nella monetizzazione dei video.

Le aspettative di AOL

Tim Armstrong in una nota rilasciata ai membri interni delle property di AOL e riportata dal sito TechCrunch ha scritto:

“L’accordo significa che saremo una divisione di Verizon e utilizzeremo gli attuali assets di AOL più ulteriori risorse di Verizon che sono orientate al mobile e ai video. L’accordo non cambia la nostra strategia – la espanderà grandemente”

ed ha continuato:

“L’accordo darà ai nostri contenuti orientati al business maggiore visibilità, darà ai nostri investitori una maggiore possibilità di distribuzione, e ci consentirà di essere in vantaggio sull’evoluzione del mobile. L’accordo ci consentirà di crescere ed amplificherà come sotto ad una lente di ingrandimento ogni cosa che faremo con i nostri contenuti, con i nostri video, con la nostra strategia di advertising”.

Chi paga il conto

Verizon pagherà il conto dell’acquisizione versando 50$ per ogni azione di Amazon, fissando il prezzo per azione ad una quota maggiorata del 17% rispetto al valore della chiusura del titolo di ieri e il 23% più alta del valore per azione degli ultimi tre mesi. Verizon si farà anche carico dei 300.000.000 di debiti di AOL