Microsoft compra la startup Semantic Machines: nuovi assistenti virtuali in arrivo

0
2510
Microsoft Semantic Machines

Microsoft si è assicurata la startup californiana Semantic Machines, società che opera nel campo dell’intelligenza artificiale. Facile pronosticare, dunque, che l’azienda di Redmond punterà sempre più sugli assistenti virtuali, in modo che gli stessi possano interagire in maniera sempre più efficace e realistica con gli essere umani. Gli obiettivi sono quelli di arrivare ad una voce più simile a quella umana, ma anche ad una comprensione migliore del “parlato”.

Alla fondazione di Semantic Machines hanno collaborato diversi nomi noti del settore dell’AI e secondo David Ku, CTO di Microsoft AI & Research, il suo approccio rivoluzionario contribuirà a “spostare in avanti” i limiti cui è riuscita a spingersi fin qui l’azienda di Redmond.

“Realizzeremo un centro di eccellenza sulla conversational AI in Berkeley – le parole di Ku – , per spostare in avanti il limite di ciò che è possibile nelle interfacce basate sul linguaggio. Combinando la tecnologia di Semantic Machines con le conquiste in ambiente AI di Microsoft, puntiamo a offrire esperienze utente significative, naturali e più produttive che porteranno il conversational computing a un nuovo livello”.