Samsung Galaxy X: il brevetto dello smartphone pieghevole

0
1233
samsung galaxy X pieghevole

Il nuovo Samsung Galaxy X potrebbe avere un display pieghevole sensibile alla pressione, tramite l’utilizzo di una tecnologia simile a quella implementata da Apple nelle ultime generazioni di iPhone (3D Touch). È quanto emerge da un brevetto depositato dall’azienda sudcoreana presso la WIPO (World Intellectual Property Organization). Samsung sta lavorando da molto tempo a dispositivi pieghevoli, che potrebbero partire appunto con il Galaxy X. Tra l’altro, non sarebbe la prima volta che il 3D Touch si affaccia su dispositivi non di proprietà di Cupertino, anche se almeno fino ad oggi i dispositivi con sistema operativo Android non hanno sfondato in questo settore.

I modelli di smartphone che lo utilizzano attualmente sono pochi, mentre lato software Google ha lanciato i Launcher Shortcut con Android Oreo, attivabili anche senza display sensibile alla pressione, tenendo premuta per qualche istante l’icona di un’app. Nemmeno i Google Pixel, che ne erano indiziati, hanno mai implementato il 3D Touch. La tendenza potrebbe essere invertita proprio con il Galaxy X, ma le meccaniche di interazione con i display flessibili sono ancora da esplorare. Qualche esempio concreto potrebbe sbarcare finalmente nel corso del 2018, ma l’impressione è che per un uso massivo dei display pieghevoli passeranno ancora diversi anni.