Caldo record in Kuwait: superati i 50 gradi!

0
1267
Caldo Record estate 2016

La World Meteorological Organization dell’Onu ha annunciato che il 21 luglio in Kuwait si è registrato un caldo record: il termometro ha raggiunto i 54 gradi, la temperatura più alta mai registrata in Asia e in tutto l’emisfero orientale. A cosa è dovuta questa ondata di caldo? Cresce il rischio riscaldamento globale?

CALDO RECORD IN KUWAIT: I DATI

Lo scorso 21 luglio, una delle stazioni di rilevazione meteo di Mitrabah, in Kuwait, ha registrato la temperatura di 54 gradi, la più alta mai raggiunta in Asia e in tutto l’emisfero orientale. Un caldo record che ha superato le temperature raggiunte 4 anni fa a Sulaibiya, sempre in Kuwait, di appena 0,1 gradi inferiori e che è riuscito a battere anche le ondate di caldo che ogni anno causano morti premature in India e in Pakistan. Il primato mondiale, anche se di poco, rimane comunque alla Valle della Morte della California, il deserto americano dove nel 1913 si sono registrati ben 56,7°C.

Ad annunciare questa ondata di caldo è stata l’agenzia dell’Onu World Meteorological Organization (WMO) anche se deve ancora verificare il funzionamento corretto delle strumentazioni della stazione di Mitrabah, che ha rilevato i 54 gradi del 21 luglio. Ma, a quanto pare, i dati sembrerebbero corretti perché gli strumenti della stazione di rilevazione meteo erano stati oggetto di revisione nel 2010.

TEMPERATURE ALTE NON SOLO IN KUWAIT

In questi giorni si parla soprattutto dei 54 gradi segnalati in Kuwait perché si tratta della temperatura più alta mai raggiunta nel mondo orientale, ma anche nelle altre regioni asiatiche e nelle altre parti del mondo le temperature hanno raggiunto picchi molto alti. A Bassora, in Iraq, il 22 luglio si sono sfiorati i 53,9°C, mentre in Nord Africa si stanno superando di gran lunga le medie stagionali.

Pensate che già lo scorso maggio, l’India aveva raggiunto il suo caldo record quando la colonnina di mercurio aveva segnato 51°C nello stato del Rajastan e che nell’ultimo periodo si sono toccati valori molto alti anche nella regione artica.

RISCALDAMENTO GLOBALE: I DATI NASA E NOAA

Il caldo record in Kuwait e le temperature in picchiata in molte altre aree del mondo non descrivono un quadro positivo del riscaldamento globale. I recenti dati Nasa e Noaa delineano questa situazione: il mese di giugno è stato più caldo di di 0,9°C rispetto alla media delle temperature registrate nel 1900 e gli ultimi 14 mesi hanno tutti visto salire il termometro di qualche decimo di grado, superando qualsiasi record in fatto di riscaldamento globale.

Cosa si aspettano gli esperti da questo 2016? Da quanto annunciato dal WMO, il 2016 potrebbe essere l’anno più caldo di tutta la storia perché il riscaldamento globale sta salendo a causa degli alti livelli di CO2 nell’atmosfera (oltre 400 ppm) e a causa della situazione critica dei ghiacci dell’Artico. Un quadro non di certo positivo come confermano i 54 gradi raggiunti a Mitrabah, in Kuwait, che pone ancora una volta il problema del riscaldamento globale tra le prime questioni urgenti da risolvere.

Certo un piccolo passo potrebbe essere quello di scegliere, per raffreddare la propria abitazione, ventilatori oppure modelli efficienti di condizionatori… il nostro consiglio è di risparmiare qualcosa sui costi dell’energia elettrica in casa, così poter usare questi comodi strumenti senza pensare troppo ai consumi.