Sicurezza

Iperius Backup: tante esigenze, un solo strumento

Iperius Backup: tante esigenze, un solo strumento
Iperius Backup: tante esigenze, un solo strumento
Guglielmo Mengora

Negli ultimi anni l’esplosione dei dati da memorizzare a supporto delle attività informatiche di privati ed aziende ha reso ancora più centrale la necessità di creare e mantenere copie di backup aggiornate. Ogni giorno un pezzo delle nostre attività fino ad oggi “analogiche” converge nel mondo digitale e se siamo partiti con i soli file di Word ed Excel, oggi ci troviamo a dover gestire copie di sicurezza di decine di dati diversi : e-mail, telefonate, chat, report, file, applicazioni fino ad arrivare a dati più complessi come database o macchine virtuali. Ognuna di queste classi di dati ha delle sue procedure di backup, dei software per il salvataggio ed il ripristino, le sue raccomandazioni da seguire, con il risultato di dover usare decine di strumenti diversi a seconda dei dati da proteggere.

Iperius Backup è uno di quei tool che si propone come soluzione completa per la gestione della protezione di moltissime classi di dati diverse, facendone un tool importante sia in ambito personale che aziendale. E’ necessario sottolinearlo perché, come detto, esistono tanti tool che risolvono specifici problemi di backup ma averne uno che ne risolve molti è decisamente comodo.

Noi stiamo provando la versione completa del software che ha un costo di €306.74, ma Enter s.r.l. distribuisce anche versioni più limitate ed economiche, a portata di tutte le tasche e di tutti i bilanci.

Ma quali dati si possono proteggere con Iperius Backup ?

Considerate le tante funzionalità, è probabilmente utile effettuare una distinzione in base ai livelli di protezione più usati in ambito desktop oppure in ambito personale e quelli usati in ambito aziendale o server. In Iperius Backup la distinzione non è così netta ma questo ci servirà per fare un po’ d’ordine.

Occorre innanzitutto dire che all’interno dell’interfaccia si potranno definire diverse operazioni di backup e che il software potrà essere installato anche come servizio per eseguire operazioni programmate in maniera indipendente dall’accesso dell’utente.

Vedremo in seguito che cosa sia possibile inserire nel processo di backup ma partiamo dal descrivere le funzionalità di supporto comuni a tutte le operazioni. Come detto, la prima importante caratteristica è la possibilità di pianificare una o più operazioni in modo che non sia necessario l’intervento umano per eseguirle. Questo è importante perché se speriamo di “ricordare di effettuare il backup dei dati”, possiamo già considerarli persi !

Con le funzioni di pianificazione possiamo invece essere precisi nello stabilire cosa deve essere eseguito e quando, grazie anche ad una libertà piuttosto ampia di definizione delle tempistiche. Mensile ? Settimanale ? Ultimo o primo Martedì del mese ? Oppure ogni 6 ore, ogni ora o ogni 10 minuti ? La granularità delle pianificazioni ci aiuterà a decidere con precisione il periodo più adatto per i nostri dati ed anche combinare diverse operazioni per ottenere diversi livelli di protezione. Ad esempio, backup di una importante cartella di lavoro ogni ora e della macchina ogni Venerdì sera. Le possibilità sono ampie.

Iperius Backup pianificazione

L’articolata varietà di pianificazioni disponibili rende possibile una completa personalizzazione delle procedure di backup automatiche.

Importante anche la possibilità di definire delle destinazioni multiple per i nostri dati. Cosa significa destinazioni multiple ? Essenzialmente la possibilità di trasferire i dati copiati in più di una posizione, per ridurre così i rischi di perdite di dati. Ricordate che la regola del 3-2-1 del backup prevede 3 copie su 2 supporti diversi di cui almeno 1 offsite. Con Iperius Backup possiamo trasferire i nostri dati su una cartella locale, su nastro, su un server FTP remoto oppure in cloud, per il quale sono supportate praticamente tutte le aziende importanti come Google, Microsoft, Amazon, Dropbox etc.

Iperius backup destinazioni muliple

E’ possibile definire destinazioni multiple per le operazioni di salvataggio dati.

Inoltre, i backup possono essere compressi e criptati per una migliore sicurezza ed è possibile anche impostare una gestione automatizzata delle copie per esempio rimuovendo quelle più vecchie quando se ne effettua una nuova o decidendo quante copie mantenere su quella destinazione e così via. Combinando tutte queste possibilità, il software ci dà modo di ridurre notevolmente i rischi di perdita di dati.

Per finire, non mancano altre comodissime funzionalità come la possibilità di inviare notifiche via e-mail per confermare il successo o meno dell’operazione, comodissime quando si opera su macchine remote, né la possibilità di avviare specifici programmi o script prima e dopo l’operazione, perfetti per preparare automaticamente la macchina ed i dati e per effettuare “ripuliture” finali dopo l’operazione di backup.

Iperius Backup Notifiche

E’ possibile definire notifiche da inviare via e-mail che tengano costantemente aggiornati sull’esito delle procedure di backup.

Importante il supporto per VSS (Volume Shadow Copy) che consente di effettuare copie di sicurezza anche di file in uso, non rendendo necessaria l’interruzione di servizi per sbloccarli.
Tutte queste funzionalità rendono Iperius Backup uno strumento molto configurabile ed adatto all’automazione delle procedure di salvataggio dei dati. In più, le tante opzioni si adattano perfettamente a scenari complessi rendendo il prodotto adatto sia all’uso personale che a quello aziendale.

Soluzioni per desktop e file server

Abbiamo anticipato che avremmo provato a distinguere le operazioni che Iperius Backup consente di effettuare utilizzando una separazione funzionale in base al tipo d’uso più frequente. Ribadiamo che il software non include questa distinzione funzionale né attiva funzionalità diverse in base all’uso server o desktop ma questa classificazione ci aiuta a fare un po’ d’ordine.

La prima e più semplice funzionalità è quella del backup di singole cartelle o file sulla macchina target. Nonostante questa sia una esigenza semplice, Iperius Backup la gestisce bene consentendo sia di filtrare in modo molto preciso i dati da includere nel backup (dimensione, estensioni sia per le inclusioni che per le esclusioni etc.) sia di copiare eventualmente anche i permessi associati ai file, ovviamente solo per copie locali o in rete. Inoltre, l’opzione che consente di spegnere il computer a fine backup consente di pensare a scenari come il salvataggio della cartella Documenti o quella di Outlook a fine giornata, senza che l’utente debba ricordare di effettuare l’operazione. Questa possibilità piacerà moltissimo agli amministratori dei PC in ambito aziendale!

Questa funzionalità è di molto più comune sui desktop ma ciò non toglie che possa essere utile anche sui server quando si hanno ad esempio file server o applicazioni aziendali.

Altra funzionalità interessante è la possibilità di effettuare il backup dei dati di un account FTP, una operazione che può essere usata per mille ragioni diverse, persino per fare il backup del proprio sito Web ! In questo caso avremo a disposizione tantissime opzioni, anche per fare backup incrementali o differenziali e ridurre quindi la dimensione dei dati conservati. Potranno essere definiti file e cartelle da scaricare e persino impostare una velocità di download massima per evitare l’affollamento della connessione ad Internet.

Non manca poi la possibilità di usare Windows Backup per effettuare copie di interi dischi fisici da conservare sia sulla stessa macchina che su destinazioni separate, ad esempio su server di rete. Anche questa funzionalità verrà apprezzata molto sia dagli utenti privati che dagli amministratori di macchine aziendali perché con poche semplici operazioni si potranno ripristinare interi drive, persino quelli di sistema, ottenendo quindi il ripristino rapido delle condizioni al tempo dell’ultimo backup. Le immagini create da questa procedura sono compatibili con quelle di Windows Backup quindi si potrà utilizzare la procedura di ripristino prevista in Windows stesso per effettuare il recupero di macchine complete, siano esse desktop o server, senza la necessità di usare software esterni.

Soluzioni per server

Le funzionalità di cui abbiamo parlato renderebbero Iperius Backup già un ottimo tool di sicurezza ma il bello è che non finisce qui perché il software ha in serbo diverse sorprese per le operazioni che con più frequenza vengono effettuate su server aziendali.

La prima sorpresa è certamente quella di poter effettuare il backup di macchine virtuali gestite con VMWare ESXi o Microsoft Hyper-V. Da sola questa funzionalità vale ben più del costo della licenza del software !

Iperius backup hypervisor

Iperius Backup può effettuare il salvataggio dei dati delle macchine virtuali memorizzate su host ESXi e Hyper-V.

Se sulla macchina è quindi installato un hypervisor, il software può effettuare l’operazione di salvataggio dei dati delle macchine virtuali con la possibilità di definire moltissime opzioni che rendano più sicura questa operazione. Su ESXi sarà possibile per esempio spegnere la macchina prima del backup e riaccenderla subito dopo, mentre con Hyper-V la virtual machine potrà essere messa in pausa se non si desidera effettuare il backup dei file mentre sono in uso. Con entrambi non è però nemmeno necessario sospendere l’operatività della macchina virtuale perché Iperius Backup supporta il salvataggio “a caldo” dei dati, una cosa fondamentale per ambienti nei quali non è possibile sospendere l’esecuzione dei servizi o per effettuare backup in orari particolari. Le copie delle VM potranno essere archiviate in locale o su percorsi di rete.

Importante sia in ambito server che in ambito desktop è anche la possibilità di effettuare il backup di database SQL Server, MySQL, PostgreSQL o Oracle, praticamente tutti i sistemi database più usati.

Di particolare rilevanza è anche la possibilità di configurare Iperius Backup per effettuare copie di sicurezza di tutti i database presenti sull’istanza attiva, una funzionalità molto utile per quelle applicazioni o su quei server sui quali l’amministratore non è l’unico a poter creare dei nuovi database: con questa procedura, ci si può assicurare di includere automaticamente i database nuovi senza la necessità di doverli specificare manualmente con il rischio concreto di poterlo dimenticare.

 

Iperius backup command post pre save

L’articolata varietà di pianificazioni disponibili rende possibile una completa personalizzazione delle procedure di backup automatiche.

L’ultima sorpresa: la Web Console

L’ultima sorpresa che Iperius Backup ha in serbo per noi è la possibilità di connettere le singole istanze ad una Web Console. Una volta completato questo processo, l’amministratore avrà accesso a tutte le istanze del software da remoto e potrà controllarne le funzionalità in maniera centralizzata. Questo trasforma automaticamente Iperius Backup in una piattaforma di backup distribuita e disponibile da remoto, rendendo possibile anche il monitoraggio esterno delle operazioni e l’amministrazione centralizzata di diverse istanze, magari distribuite geograficamente. Non siamo ancora al livello di una piattaforma di backup di livello enterprise ma abbiamo un prodotto versatile che ci consente di effettuare anche operazioni complesse e centralizzarne l’amministrazione.

Il giudizio finale: ottimo prodotto

Sono tante le funzionalità di Iperius Backup che ci sono piaciute ma due in particolare lo rendono un tool di particolare valore: la prima è la notevole varietà di operazioni che è possibile eseguire, operazioni che come abbiamo scritto spaziano dalle funzionalità più comuni sui client a quelle più comuni sui desktop, senza che vi sia però una limitazione; la seconda è la possibilità di gestire scenari complessi attraverso le tantissime funzionalità di personalizzazione delle operazioni di salvataggio dati.

Certo, Iperius Backup può effettuare anche la semplice copia della nostra cartella Documenti ogni Venerdì prima di andare via dall’ufficio ma ciò che lo rende speciale è la possibilità di gestire scenari più ampi. Forse voglio effettuare il backup della cartella Documenti ma anche il backup del database SQL Server che fa girare una applicazione aziendale sul mio desktop e magari anche della macchina virtuale attiva per le mie operazioni di sviluppo software.

Magari voglio pianificare il backup in locale durante la settimana ma spostare i miei file su altri server aziendali o addirittura in remoto, su server FTP o su server cloud non appena arriva il Sabato. Le possibilità sono tantissime e addirittura aumentano se sia ha un po’ di dimestichezza con la programmazione perché si possono creare procedure personalizzate integrando operazioni che Iperius Backup esegue prima o dopo le sue attività.

La possibilità di pianificare le operazioni rende tutto più semplice, liberandoci completamente dalla responsabilità di dover ricordare quali e quante operazioni eseguire. E se qualcosa va storto ? Niente paura perché le notifiche ci consentono di essere avvisati prontamente e decidere se intervenire o meno.

La Web Console estende poi questi vantaggi, portandoli in ambienti complessi e distribuiti come sedi diverse della stessa azienda o semplicemente backup dei dati dell’ufficio e di casa gestibili in modo centralizzato.
Un prodotto versatile che ci libera dalla necessità di ricorrere a tanti software per gestire tipi di dati diversi e nel contempo ci consente di creare operazioni profondamente personalizzate.

Sicurezza
Guglielmo Mengora
@thebitlandprinc

Ho fatto della mia passione il mio lavoro. Networking, server, e servizi internet sono i miei strumenti. Il mio ambiente ideale è Windows. Ho una sana passione per tutto ciò che è bello ed ha luci da accendere e bottoni da premere. VaiSulWeb

Altri in Sicurezza

Film in streaming: occhio al malware Submelius

Film in streaming: occhio al malware Submelius

Mirko Nicolino10 agosto 2017
Eye Pyramid: ecco cosa fa il malware che ha spiato i “potenti”

Eye Pyramid: ecco cosa fa il malware che ha spiato i “potenti”

Mirko Nicolino11 gennaio 2017
Switcher: il trojan che tramite Android attacca i router

Switcher: il trojan che tramite Android attacca i router

Mirko Nicolino31 dicembre 2016
Malware trasforma cuffie e auricolari in microfoni spia

Malware trasforma cuffie e auricolari in microfoni spia

Mirko Nicolino25 novembre 2016
Sicurezza telefono Android: scoperto un nuovo bug

Sicurezza telefono Android: scoperto un nuovo bug

comparasemplice.it20 settembre 2016
Project Sauron, il malware per lo spionaggio governativo

Project Sauron, il malware per lo spionaggio governativo

Irene Podestà10 agosto 2016
Smartwatch pericolosi: possono rivelare il pin del bancomat

Smartwatch pericolosi: possono rivelare il pin del bancomat

Mirko Nicolino11 luglio 2016
Hacker e Malware l’Italia è fra i paesi più colpiti

Hacker e Malware l’Italia è fra i paesi più colpiti

Pierfrancesco Biccoli29 giugno 2016
Un Bug di Chrome può essere usato per scaricare film da Netflix e altri

Un Bug di Chrome può essere usato per scaricare film da Netflix e altri

Fabio Farnesi27 giugno 2016