Ecologia e Ambiente

Moria degli insetti: Intel mette un chip a bordo delle api

Moria degli insetti: Intel mette un chip a bordo delle api
Moria degli insetti: Intel mette un chip a bordo delle api
Pierfrancesco Biccoli

I ricercatori del Commonwealth Scientific and Industrial Research Organisation (CSIRO) sono fermamente decisi a dare una spiegazione alla generale moria degli insetti e al progressivo spopolamento degli alveari. Per raggiungere lo scopo, il CSIRO ha appena annunciato di avere raggiunto un accordo con Intel per equipaggiare un gran numero di api con un dispositivo RFID in grado di raccogliere il maggior numero possibile di dati utili alla ricerca.

L’RFID sarà posizionato sul dorso delle api, come uno zainetto, e peserà circa un terzo del peso dell’insetto. L’alimentazione sarà assicurata da una batteria in grado di ricaricarsi grazie alla vibrazione delle ali.

I dati raccolti attraverso l’RFID saranno forniti ad un sistema Intel Edison in grado di gestire fino a 50 diversi tag. Il sistema comprende un processore Atom, 1GB di Ram, 5GB di storage, connessione WiFi e Bluetooth.

Non è la prima volta che si ricorre ad un sistema del genere per monitorare il comportamento delle api. Un esperimento è già stato condotto in Tasmania su circa 10.000 insetti taggati via RFID con buoni risultati.

Il professor Paulo De Souza membro del CSIRO ha paragonato il sistema alla “scatola nera” di un aeroplano. Attraverso le tecnologie fornite da Intel sarà possibile identificare i fattori che fin qui hanno condotto ad una generale diminuizione del popolo delle api. Saranno presi in esame fattori come pesticidi, inquinamento, contaminazione delle acque e molto altro ancora.

Le colonie di api naturali, ovvero non create in allevamento, stanno rapidamente diminuendo in tutto il mondo, suscitando notevole preoccupazione per gli scienziati. Le api sono responsabili per una quota del 33% per l’impollinazione dei vegetali che sostengono al nostra alimentazione. Senza l’aiuto di questi piccoli insetti, i prezzi di frutta e verdura potrebbero aumentare vertiginosamente, e diminuirebbe anche la loro disponibilità.

Il CSIRO ha scelto l’Australia come terra per condurre i propri esperimenti poiché la popolazione delle api australiane non è affetta dal noto parassita Varroa che attacca gli insetti ed è stato già riconosciuto come responsabile della scomparsa di molte colonie. La presenza del parassita inquinerebbe dunque i dati necessari ai ricercatori.

I dati della ricerca saranno probabilmente resi disponibili il prossimo anno e rivestiranno una particolare importanza data l’incidenza che le api hanno sull’ecosistema globale.

Ecologia e Ambiente
Pierfrancesco Biccoli
@pbicco

Programmatore, viaggiatore, sportivo, di solito mi lascio appassionare da tutto ciò che ha luci colorate e tasti da premere

Altri in Ecologia e Ambiente

Come scegliere il corretto piatto doccia per il bagno

Come scegliere il corretto piatto doccia per il bagno

Isan Hydi22 Ottobre 2018
Il parquet prefinito è il più preferito dagli italiani

Il parquet prefinito è il più preferito dagli italiani

Isan Hydi12 Ottobre 2018
Nanotecnologie: i nuovi rivestimenti in ceramica e i loro vantaggi

Nanotecnologie: i nuovi rivestimenti in ceramica e i loro vantaggi

Mirko Nicolino29 Gennaio 2018
Fiat Panda: nuova versione alimentata con acqua delle fogne

Fiat Panda: nuova versione alimentata con acqua delle fogne

Mirko Nicolino15 Marzo 2017
Maker Faire, a Roma arriva Watly, un computer che purifica l’acqua

Maker Faire, a Roma arriva Watly, un computer che purifica l’acqua

Irene Podestà22 Settembre 2016
Trasformare le acque reflue in energia? Ci pensano i mattoni smart

Trasformare le acque reflue in energia? Ci pensano i mattoni smart

comparasemplice.it25 Agosto 2016
Caldo record in Kuwait: superati i 50 gradi!

Caldo record in Kuwait: superati i 50 gradi!

comparasemplice.it17 Agosto 2016
Formula E, Renault vince il campionato del mondo fra auto 100% elettriche

Formula E, Renault vince il campionato del mondo fra auto 100% elettriche

Fabio Farnesi6 Luglio 2016
Earth Day, il 22 aprile anche Apple celebra la Terra per il WWF

Earth Day, il 22 aprile anche Apple celebra la Terra per il WWF

Monica Apicella15 Aprile 2016

Il bello della tecnologia

Wolf Agency
Via Cavour 24,10024, Moncalieri (TO)
+ 39.388.6322400
[email protected]
TStyle by Wolf Agency - Via Cavour 24 - 10024 Moncalieri (TO) - info@tstyle.it - tel: 39 388.6322400