Outfit e orologi: per ogni look un abbinamento

0
3331

Ogni orologio ha una portata tale da abbinarsi perfettamente ad un abito, anche se nell’accostamento o bisogna tener conto di una serie di fattori dome ad esempio l’indice di formalità. Se infatti è impensabile accostare delle scarpette ginniche ad una cravatta, è altrettanto impensabile sfoggiare un orologio che con quell’occasione non ha nulla a che spartire. Per fortuna il mercato è ricco di modelli, ognuno con un requisito differente, che si addicono alla perfezione ad ogni situazione.

Abito e cravatta? Sì ad orologi eleganti

Un abito fatto di giacca e cravatta, maga dal colore scuro, ha un suo perché, un perché completamente elegante e raffinato. Se anni fa credevano che il fiore all’occhiello di una mise elegante fosse la cravatta, oggi invece l’attenzione si sposta sull’orologio. I tempi sono cambiati, ma ovviamente va scelto il modello giusto, che si abbina perfettamente alla mise scelta.

L’orologio da abito elegante di norma dovrebbe portare un cinturino sottile, con un quadrante minimal che non attiri più di tanto l’attenzione ma che comunque ha il suo perché accanto alla giacca. Il quadrante dovrebbe essere un classico nero o argento, dalla eleganza sobria, importante ma per nulla vistosa o appariscente. Esempi di modelli da abito da sera possono essere gli orologi Daniel Wellington, caratteristici per la loro portata sobria e raffinata.

Look da business man: orologi importanti e di lusso

L’uomo d’affari ha un aspetto importante, potente, motivo per cui il look è similare a quello sfoggiato per una serata elegante. Ecco quindi che la categoria di orologi si sposta su modelli più portentosi, di maggiore valore, colori importanti, con materiali che si orientano anche sull’oro bianco.

Orologi del genere si addicono alla perfezione ad uomini in carriera, che stringono la mano a colleghi e a collaboratori, e che inevitabilmente devono attirare l’attenzione per la loro figura professionale. Non per forza l’orologio deve essere appariscente, quindi va bene anche un orologio dal quadrante con dimensioni medio-piccole, ma dovrebbe essere sofisticato nel design e pratico nella sua struttura.

Tempo libero: modelli di orologio casual

Nel tempo libero siamo abituati a vestire in maniera un po’ più casual, ecco dunque che gli orologi sono altrettanto soft. I modelli per questo tipo di look presentando dei cinturini in metallo con quadranti più grossi, requisiti questi che consentono maggiore visibilità di numeri e che allo stesso tempo sono meno formali da guardare. Se per i look detti poc’anzi i modelli hanno colori più sobri, gli orologi casual sono di diversi colori, magari con contrasto tra quadrante e contorno un po’ più strong.

Di norma non si trovano orologi casual con muri romani, perché questi rappresentano modelli più formali, ma si trovano viceversa con forme fantasiose, numeri sfiziosi o in alcuni casi, c’è la vivacità del non aver affatto numeri. Più sono le funzionalità di un orologio e più sarà considerato casual, e per funzionalità si intende cronometro e dispositivo di misurazione della profondità. In presenza di questi requisiti un orologio non può essere considerata da cravatta nera. Per il cinturino andrà bene uno in metallo, più sfizioso rispetto a quello in pelle che cozza con una mise fatta di t-shirt e jeans.