WhatsApp non funzionerà più su alcuni dispositivi dal 30 giugno 2017

0
1051
whatsapp dispositivi

WhatsApp smetterà di funzionare su alcuni dispositivi entro il 30 giugno prossimo. Non è propriamente una novità assoluta, perché già in passato, alcuni smartphone Blackberry e Nokia hanno dovuto dire addio all’app di messaggistica. L’azienda di proprietà di Facebook ha ora comunicato che presto altri dispositivi datati non potranno più adoperare il servizio di WhatsApp, poiché obsoleti e non sufficientemente aggiornati per poter supportare tutte le feature delle ultime versioni del client.

WhatsApp, infatti, diventa sempre più “pesante” e al contempo “potente” con il passare dei mesi, per via dell’aggiunta di funzioni sempre più avanzate. È normale, dunque, che gli smartphone e i tablet che non dispongono di requisiti minimi per farla “girare” al meglio, debbano sostanzialmente salutarla. Nella comunicazione ufficiale, non è però contenuto un elenco di dispositivi, poiché sarebbe impossibile sin da ora stabilire quali saranno quei telefonini non più in grado di gestire WhatsApp.

WhatsApp: cosa fare in caso di cambio di telefono

I requisiti minimi indicati, però, sono un sistema operativo Android aggiornato alla versione 2.3.3, oppure iOS 7 per i possessori di iPhone e Windows 8 per chi adopera telefonini con sistema operativo Microsoft. Per chi non potrà più utilizzare l’applicazione, c’è anche la soluzione del trasferimento delle conversazioni, ma si tratta di un’operazione fattibile solo se si andrà ad utilizzare un nuovo smartphone con lo stesso sistema operativo del precedente. Quindi, se si possiede un telefonino Android, non si potranno spostare chat e quant’altro su iPhone. Si può comunque ovviare, inviando le chat tramite email in modo da recuperarle in un secondo momento dal nuovo dispositivo.