ASUS Zenfone AR, la realtà aumentata in arrivo al Consumer Electronics Show 2017

0
1188

A qualche settimana dalla rivelazione del nuovo Lenovo Phab 2 Pro, il primo smartphone Android in assoluto pronto ad ospitare la piattaforma di realtà aumentata Google Tango, anche la coreana ASUS è pronta a far esordire un dispositivo che fa dell’AR e del progetto di Big G due dei suoi punti di forza principali: ASUS Zenfone AR.

Il Consumer Electronics Show 2017 sarà, come prevedibile, il palcoscenico ufficiale sul quale Zenfone AR verrà mostrato in anteprima al pubblico, secondo alcune indiscrezioni il 4 Gennaio. Quali saranno le principali differenze con il dispositivo rivale di Lenovo?

Innanzitutto, ASUS ha scelto per il suo nuovo smartphone un chipset più performante rispetto a quello di Phab 2 Pro (uno Snapdragon 821 contro il medio-gamma Snapdragon 625), che già costituisce di per sé un punto estremamente a favore del nuovo ASUS Zenfone AR.

Tra gli altri leak che confermano la superiorità del nuovo dispositivo ASUS rispetto alle piattaforme di realtà aumentata mobile ad oggi disponibili, il supporto a Google Daydream, oltre a Google Tango, aggiungendo così una piattaforma VR assieme alla più classica (e leggera dal punto di vista dell’elaborazione hardware) AR.

ASUS ZenFone AR: come cambia la realtà aumentata mobile

Il dispositivo Android è stato inoltre in queste ultime ore protagonista di una curiosa svista da parte di Qualcomm: il brand californiano avrebbe pubblicato per errore le foto in anteprima dello smartphone, assieme ad alcune informazioni in merito al supporto nativo di Google Street View su VR, Netflix, HBO e YouTube. Il post è stato poi prontamente rimosso, tuttavia all’occhio del Web non è certamente sfuggita l’indiscrezione.

Le immagini disponibili ci mostrano uno ZenFone che per forme e dimensioni non si discosta di molto dalla generazione attuale, tranne che per un comparto fotografico visibilmente più curato, anche se non ingombrante o estraneo al dispositivo. Il Consumer Electronics Show 2017 sarà inoltre l’occasione ideale per rivelare al pubblico anche un altro dispositivo, che per ASUS potrebbe significare l’arrivo della quarta generazione di Zenfone.

Si tratterebbe di un nuovo smartphone dotato di Snapdragon 835, che presumibilmente rappresenterà lo step successivo alla gamma ZenFone 3, presentata durante la primavera scorsa, a Maggio. Questo chipset rappresenterà un’opportunità importante per ASUS di mettere in campo un dispositivo con prestazioni e power saving interessanti, grazie ad un octa-core nato per supportare grafica e multimedia in generale al massimo.

Non mancano che poche ore alla rivelazione ufficiale: scopriremo molto presto cosa ASUS abbia in serbo per tutti i suoi utenti in questo 2017 appena iniziato.