Microsoft, cosa aspettarsi dall’evento del 26 ottobre

0
1000

È dall’inizio di settembre che assistiamo a un periodo molto interessante per il settore dell’elettronica di consumo e più in generale, per tutto ciò che riguarda la tecnologia. Tra le presentazioni Apple, Sony e gli eventi dedicati alle produzioni smartphone delle aziende cinesi sempre presenti sul mercato, anche Microsoft si ritaglia uno spazio personale.

Domani, mercoledì 26 ottobre, Microsoft terrà un importante evento a New York per parlare delle sue novità. Tra Windows 10 e HoloLens, vediamo nel dettaglio che cosa aspettarsi.

Microsoft: I nuovi Surface

L’evento potrebbe essere il momento buono per parlare di un nuovo PC a marchio Surface. Chiamato presumibilmente Surface Studio, dovrebbe trattarsi di un dispositivo all-in-one pensato per gli uffici o in generale per chi ha problemi di spazi. Le nuove generazioni di tablet Surface dovrebbero invece appartenere alle grandi assenze, come anche il fantomatico Surface Phone.

Microsoft e la AR di Hololens:

Il visore per la realtà aumentata HoloLens è stato già reso disponibile in versione dev kit al “modico” prezzo di 3000 dollari. Microsoft, nel corso di questo evento, parlerà della versione consumer? Secondo alcuni rumor è più probabile che si parlerà di versioni differenti di HoloLens, realizzate da terze parti.

Microsoft: un nuovo aggiornamento per Windows 10:

Il sistema operativo Microsoft dovrebbe essere al centro dei pensieri del colosso di Redmond. Dopo l’uscita dell’Anniversary Update ci aspettiamo la presentazione di aggiornamenti a Cortana e al browser Edge. Inoltre vi sarà probabilmente qualche accenno al prossimo major update del sistema operativo che, conosciuto con il nome in codice di Redstone 2, dovrebbe arrivare ufficialmente all’inizio del 2017.

Microsoft: novità per Xbox Scorpio

Microsoft ha già annunciato di essere al lavoro sulla nuova console next gen Xbox Scoprio. Dall’evento ci aspettiamo come minimo un aggiornamento sullo sviluppo. Per la presentazione completa probabilmente ci toccherà aspettare il prossimo E3; Microsoft non vorrà mica bruciarsi l’evento videoludico più importante dell’anno!