Arriva “Facebook M” l’assistente personale di Messenger

0
1904

Da tempo nei meandri della rete si sussurrava che Facebook avesse in mente di creare un assistente personale per il suo Messenger, ma fino ad ora tutto sembrava dover rimanere poco più di una leggenda o un racconto di fantasia. Oggi è invece arrivata una conferma, se pur indiretta, il messenger di Facebook sarà dotato di un assistente personale e si chiamerà “Facebook M”. Dunque il social di Zuckerberg darà a Messenger quello che Cortana ha dato a Windows, Siri ad Apple e Google Now a Google.

Facebook M risponderà alle domande degli utenti, sarà in grado di effettuare una ricerca, trovare un hotel, individuare il percorso più rapido per raggiungere un luogo e così via. Facebook M sarà in grado, probabilmente, anche di effettuare acquisti.

La conferma di un piano per la creazione di Facebook M arriva da David Marcus, a capo del team di sviluppo di Messenger, che in un post sul suo profilo Facebook scrive:

“Oggi stiamo cominciando a testare un nuovo servizio chiamato M. M è un personal digital assistant costruito all’interno di Messenger che svolge compiti e trova informazioni per conto vostro. È alimentato da intelligenza artificiale e addestrato e controllato da persone.

A differenza di altri servizi basati sull’intelligenza artificiale oggi presenti nel mercato, M può effettivamente svolgere compiti al posto vostro. Si possono acquistare oggetti, consegnare doni ai vostri cari, prenotare ristoranti, un viaggio, appuntamenti e molto di più.

Questo è solo l’inizio di un viaggio che consentirà ad M di crescere come servizio. Ma è un emozionante passo per consentire alle persone di usare Messenger per eseguire una serie di compiti al posto loro, così possono avere più tempo per concentrarsi su ciò che è importante nella loro vita”

Si tratta di un post che nella sua semplicità mette bene in chiaro cosa sarà Facebook M e quali saranno le differenze con Cortana, Siri e Google Now.

Prima di tutto Facebook M, sarà integrato in messenger, dove le persone sono abituate a scrivere messaggi agli amici. Non sarà difficile scrivere anche a Facebook M per ottenere delle risposte o eseguire un compito. Anche Facebook M sfrutterà l’enorme mole di dati che ogni giorno le persone inseriscono su Facebook per alimentare la conoscenza che farà da base al motore di intelligenza artificiale ma, a differenza dei concorrenti, ci saranno delle persone fisiche a correggere gli errori di Facebook M e lavorare dietro le spalle del sistema di A.I.

Lo sviluppo di Facebook M non sarà a buon mercato. Facebook dovrà impiegare un bel po’ di persone per addestrare Facebook M, e non ci sono neanche possibili date per un rilascio, tuttavia l’uscita pubblica di David Marcus è un segnale indicativo dello step di avanzamento a cui Facebook è giunta con questo nuovo personal assistant. È possibile che notizie più dettagliate arrivino in tempi non eccessivamente lenti.

Today we're beginning to test a new service called M. M is a personal digital assistant inside of Messenger that…

Pubblicato da David Marcus su Mercoledì 26 agosto 2015