Droni usati per girare film Porno. Era inevitabile

0
2282

È statistica, dove c’è una telecamera prima o poi c’è anche un film spinto. Potevano fare eccezione i Droni? assolutamente no, per cui se li abbiamo visti utilizzati per riprendere tutta la bellezza della natura, le forme geometricamente artistiche delle città, spiare le centrali nucleari, non poteva mancare adesso l’utilizzo di un Drone per girare un film porno.

Il progetto si chiama Drone Boning e per la verità di Porno non ha molto. Il film si concentra nel sorvolare panorami mozzafiato fatti di distese di coltivazioni, bellissime scogliere, colline isolate. Tuttavia di tanto in tanto sorvolando per esempio gli ordinati filari di una vigna, si scorgono due amanti intenti nel dare libero sfogo a tutta la loro passione.

È incredibile come le coppie trovino dei posti veramente particolari per liberare il loro amore. In cima ad una collina isolata, nel prato di una fattoria, su una scogliera, ovunque in posti inaspettati spunta il vero amore.

Il film in tutta onestà è rispettosissimo della sensibilità dello spettatore e dell’intimità dei protagonisti, per cui le inquadrature avvengono sempre a distanza tale e per così poco tempo che è difficile spostare l’interesse artistico a qualcosa di più morbosamente curioso.

Rimane tuttavia la particolarità delle scene e soprattutto rimane l’interrogativo su come questi strumenti debbano essere regolati. È vero che i produttori del film non hanno dato in pasto alle orde immagini particolarmente hard. È vero che non sappiamo se i protagonisti del film siano attori regolarmente pagati (speriamo di si).

D’altra parte da oggi in poi se vi trovate con il vostro partner in un luogo all’aria aperta e la passione vi travolge, meglio dare anche una guardatina al cielo, non si sa mai che a qualcuno non venga in mente di trovare nuovi e più fantasiosi modi di soddisfare la propria curiosità in modo decisamente inopportuno