Facebook

Google e Facebook controllano il 20% della pubblicità a livello mondiale

Google e Facebook controllano il 20% della pubblicità a livello mondiale
Google e Facebook controllano il 20% della pubblicità a livello mondiale

Nel 2016 Google e Facebook da sole si sono assicurate ben il 20% del mercato pubblicitario a livello mondiale. Merito anche dei DMG, acronimo di Data Management Platform: si tratta di piattaforme che si occupano della gestione dei dati degli utenti, ormai fondamentali per la commercializzazione dell’advertising basata appunto sugli interessi dell’audience. Più dati si hanno a disposizione, più accurati saranno gli annunci che gli utenti visualizzeranno durante le sessioni di navigazione.

Tornando ai dati pubblicitari, il dato del 2016, come riferisce ‘Primaonline’, rappresenta un importante incremento rispetto all’11% che Facebook e Google controllavano nel 2012. Insieme, le due aziende raggiungono qualcosa come il 64% della crescita globale del mercato pubblicitario dal 2012 al 2016, stando a quanto emerge dalla classifica delle concessionarie ‘Top 30 Global Media Owners’ pubblicata da Zenith. Analizzando la classifica, al primo posto troviamo proprio Google, che con Alphabet è stata la concessionaria digital che ha portato a casa più soldi, ossia 79,4 miliardi di dollari.

Segue a ruota il gruppo di Mark Zuckerberg con 26,9 miliardi di dollari, mentre il terzo gradino del podio è di Comcast con 12,9 miliardi, considerata ancora l’anno passato come la concessionaria pubblicitaria più grande sui media tradizionali. I dati pubblicati da Zenith, comunque, confermano il trend presentato già da altri studi analoghi, ossia quello secondo il quale la comunicazione pubblicitaria digitale supererà quella televisiva, tanto è vero che sui primi due gradini del podio ci sono appunto Google e Facebook, ma basta scorrere la classifica dei ‘Top 30 Global Media Owners’ per trovarne altre cinque: Baidu, Microsoft, Yahoo, Verizon e Twitter. In totale, l’anno scorso, le sette aziende hanno generato complessivamente 132 miliardi di dollari in entrate pubblicitarie, ossia il 73% del totale digital e il 24% del totale mezzi.

Da segnalare la crescita di Verizon, che con l’acquisizione di AOL nel 2015 è diventata una delle concessionarie principali raggiungendo il 21° posto nella top 30, ma entro l’anno raggiungerà la 6.a posizione in seguito all’inglobamento di Yahoo!.

Facebook
@mradaelli1

Internet è il luogo ideale per soddisfare la mia curiosità, guardare a mondi lontani, immaginare il futuro sapendo che è ad un bit da me

Altri in Facebook

Facebook: un pulsante per rendere le donazioni più facili

Facebook: un pulsante per rendere le donazioni più facili

Mirko Nicolino13 novembre 2017
Facebook: news a pagamento anche in Italia, come funzionano

Facebook: news a pagamento anche in Italia, come funzionano

Mirko Nicolino20 ottobre 2017
Facebook, ora sì: arrivano le news a pagamento

Facebook, ora sì: arrivano le news a pagamento

Mirko Nicolino28 settembre 2017
Facebook e WhatsApp: l’integrazione è iniziata

Facebook e WhatsApp: l’integrazione è iniziata

Mirko Nicolino23 settembre 2017
Facebook testa gli Instant Video: cosa sono e come funzionano

Facebook testa gli Instant Video: cosa sono e come funzionano

Mirko Nicolino12 settembre 2017
Facebook sperimenta i commenti colorati

Facebook sperimenta i commenti colorati

Mirko Nicolino7 settembre 2017
Facebook: un nuovo virus viaggia su Messenger, cosa fare

Facebook: un nuovo virus viaggia su Messenger, cosa fare

Mirko Nicolino28 agosto 2017
Facebook: articoli correlati come aiuto contro le fake news

Facebook: articoli correlati come aiuto contro le fake news

Mirko Nicolino4 agosto 2017
Facebook ti aiuta a trovare WiFi gratuiti in Italia e all’estero

Facebook ti aiuta a trovare WiFi gratuiti in Italia e all’estero

Mirko Nicolino4 luglio 2017