Google Waymo: un’auto a guida autonoma con Honda?

0
966
google waymo honda

La tecnologia Waymo delle Google Car potrebbe essere utilizzata da Honda per sviluppare una vettura a guida autonoma. Dopo l’accordo con Chrysler, che ha dato vita a “Pacifica”, Google potrebbe dunque collaborare alla nascita della prima vettura nipponica senza guidatore e che dovrebbe vedere la luce entro il 2020. A dare la notizia è la stessa casa di produzione giapponese che in un comunicato ammette di avere una discussione in atto con Waymo, la società controllata da Alphabet e nella quale sono confluite di recente tutte le attività del colosso di Mountain View relative al progetto Google Car.

I contatti, come dichiara Honda, sono ancora in fase iniziale, ma se confermata dalla firma di un contratto, la collaborazione permetterebbe agli ingegneri Honda di integrare la tecnologia Waymo con quella proprietaria. Anche il gruppo nipponico, infatti, sta lavorando da tempo alla sperimentazione della guida autonoma e l’unione delle forze con quelle di Google non può fare altro che rafforzare il progetto. L’accordo, potrebbe portare concretamente all’integrazione sulle vetture Honda delle soluzioni messe a punto con i test effettuati sulle Google Car. Sensori, software e piattaforma di calcolo delle macchine autonome di BigG, sarebbero sostanzialmente montati sulle macchine giapponesi.

Google Waymo: la prima Honda nel 2020?

Secondo quanto riferisce l’agenzia Ansa, se l’accordo andrà in porto, sarà prevista anche una fornitura di veicoli Honda a Waymo per i test su strada. Queste automobili si andrebbero ad aggiungere all’attuale parco macchine Waymo in circolazione in quattro aree degli Stati Uniti e che comprende gli ”Ovetti”, le Lexus RX 450h e appunto le Chrysler Pacifica Hybrid. Secondo l’attuale calendario Honda, nel 2020 dovrebbe esserci la commercializzazione di una prima applicazione per utilizzo autostradale e un eventuale accordo con Google potrebbe accelerare il processo di produzione. Inoltre, Google e Honda potrebbe confrontare i rispettivi dati in possesso relativi alle sperimentazioni realizzate in questi anni con differenti tecnologie.