Apple

Apple: brevetto per il riconoscimento facciale

Apple: brevetto per il riconoscimento facciale
Apple: brevetto per il riconoscimento facciale
Pierfrancesco Biccoli

Apple ha depositato un brevetto che mira a consentire l’accesso a periferiche come iPhone, iPad, Mac e ogni altro device della famiglia Apple attraverso il riconoscimento facciale. In altre parole potrebbe significare dare l’addio alle care vecchie password o al più moderno riconoscimento dell’impronta digitale per fare largo ad un accesso basato sul riconoscimento del volto.

Il brevetto depositato presso l’USPTO, l’ente Americano che si occupa della materia, riporta il numero 20110317872 ed il titolo “Low Threshold Face Recognition“. Nell’introduzione alla tecnologia si legge:

“Metodi, sistemi, e apparati, inclusi programmi per computer salvati su uno storage, tali da ridurre l’impatto delle condizioni della luce e della distorsione biometrica nel rendere efficace un riconoscimento facciale che utilizzi basse risorse di calcolo”

poco più avanti la descrizione del brevetto riporta

I metodi includono l’elaborazione di un’immagine del volto di un utente catturata nel tentativo di accedere ad una risorsa e confrontata con un sottoinsieme dell’immagine della faccia in un modello di riferimento. Il modello di riferimento corrisponde ad una porzione ad alta definizione del volto umano

In altre parole, gli scopi del brevetto sono molteplici. Prima di tutto garantire l’accesso alle varie periferiche anche in condizioni di luce scarsa o eccessiva. D’altra parte sembra un obiettivo minimale, poiché l’accesso al proprio iPhone o iPad deve essere garantito anche di notte o in piena luce del giorno e controsole, quando la telecamera non ha una resa tale da poter agire efficacemente nel catturare l’immagine del volto.

Secondo obiettivo è quello di sviluppare degli apparati che consentano un uso abbastanza leggero delle risorse di calcolo delle periferiche necessarie a garantire il riconoscimento facciale. Anche in questo caso appare evidente che non ci sarebbe bisogno di alcun riconoscimento facciale se dopo qualche tentativo d’accesso la batteria andasse totalmente fuori uso.

I due obiettivi nella loro semplicità sono tuttavia molto ambiziosi e per raggiungerli Apple ha intenzione di confrontare piccoli pezzi del volto di chi sta tentando l’accesso con quelli contenuti in una o più foto ad alta definizione individuate nel device.

Una curiosità importante è quella relativa alla data riportata dal documento di brevetto 29 Giugno 2010, ma solo oggi la richiesta è stata divulgata pubblicamente

Apple
Pierfrancesco Biccoli
@pbicco

Programmatore, viaggiatore, sportivo, di solito mi lascio appassionare da tutto ciò che ha luci colorate e tasti da premere

Altri in Apple

iPad Mini 4 16 GB: nuove interessanti offerte a settembre con Vodafone

iPad Mini 4 16 GB: nuove interessanti offerte a settembre con Vodafone

Isan Hydi21 Settembre 2018
Samsung condannata a risarcire Apple per aver copiato

Samsung condannata a risarcire Apple per aver copiato

Mirko Nicolino25 Maggio 2018
Apple lancia una carta di credito in collaborazione con Goldman Sachs?

Apple lancia una carta di credito in collaborazione con Goldman Sachs?

Mirko Nicolino11 Maggio 2018
Apple-Shazam: UE apre indagine sulla fusione

Apple-Shazam: UE apre indagine sulla fusione

Mirko Nicolino23 Aprile 2018
Apple contro i leaker interni: 12 dipendenti arrestati

Apple contro i leaker interni: 12 dipendenti arrestati

Mirko Nicolino17 Aprile 2018
Nuovo iPhone: schermo curvo e comandi touchless

Nuovo iPhone: schermo curvo e comandi touchless

Mirko Nicolino5 Aprile 2018
iPad 2018: caratteristiche, prezzi e video

iPad 2018: caratteristiche, prezzi e video

Mirko Nicolino28 Marzo 2018
Apple propone nuove emoji dedicate ai disabili: in attesa di approvazione

Apple propone nuove emoji dedicate ai disabili: in attesa di approvazione

Mirko Nicolino27 Marzo 2018
Apple toglierà la tacca nera (notch) dall’iPhone 2019

Apple toglierà la tacca nera (notch) dall’iPhone 2019

Mirko Nicolino8 Marzo 2018

Il bello della tecnologia

Wolf Agency
Via Cavour 24,10024, Moncalieri (TO)
+ 39.388.6322400
[email protected]
TStyle by Wolf Agency - Via Cavour 24 - 10024 Moncalieri (TO) - info@tstyle.it - tel: 39 388.6322400