Google WiFi, il router casalingo al servizio di Internet of Things

0
1372

Google ha in serbo un’ottima idea per tutti coloro che non vogliono perdere di vista le ultime innovazioni del mondo dell‘Internet of Things, in particolare dal punto di vista della connettività rapida e stabile. Google WiFi è il nuovo router casalingo di Big G dalle perfomance molto interessanti; un dispositivo che assieme a Chromecast Ultra e i due smartphone Android top di gamma Pixel e Pixel XL rappresenta uno dei più importanti device Google dell’anno.

Google WiFi è a prima vista quello che si può definire un oggetto d’arredo, per via delle sue forme tondeggianti, semplici e modulari. Il router è studiato affinché si possa portare facilmente la connessione Internet in qualsiasi luogo della propria abitazione, vicino o lontano, con o senza piani a separare camere e luoghi di ritrovo.

Il principio alla base del dispositivo è interessante e studiato a puntino da Big G, in quanto la modularità, che si realizza creando diversi access point lungo l’abitazione, favorisce una connettività a 360°, in modo da offrirci una connessione Internet capace di andare al massimo anche laddove ci possono essere ostacoli o interferenze.

Google WiFi è il router modulare definitivo per la casa?

La banda a disposizione viene così gestita più razionalmente, in un sistema di rete nel quale è sufficiente aumentare di un’unità il network a disposizione per aumentare la portata del segnale. I contenuti a cui si può accedere con Google WiFi sono naturalmente i più disparatii: si parte dal gaming, per arrivare poi allo streaming video, grazie alle specifiche dual band (2,4 e 5 GHz) aggiornate per una comunicazione web veloce e puntuale.

La configurazione è particolarmente facile, e potremo affidarci all’app Android / iOS per impostare i principali parametri di connessione, oppure sfruttare il sistema di Network Assist che configurerà da solo il tutto a seconda della nostra rete casalinga.

Per ottenere analisi precise in merito alle performance dell’hardware di Google WiFi, Big G ha pensato di affidare le indagini di benchmark ad Allion, gruppo statunitense di misurazione delle capacità dei dispositivi di nuova generazione. Ne è risultato che Google WiFi riesce ad arrivare ad una velocità di 567 Mbps senza ostacoli, risultato che tocca gli 82 Mbps nel caso in cui il segnale debba attraversare ostacoli quali la pavimentazione.

Google WiFi al momento è ancora una chimera in Italia, per quanto sicuramente farebbe gola a molti utenti un simile gadget, mentre negli USA è in pre order a 129 dollari, con la possibilità di ottenere un kit costituito da più moduli di partenza per le case di maggiori dimensioni: sarà questo il modo in cui la domotica cambierà, nel prossimo futuro, proprio nelle nostre case?