Xiaomi Mi MIX, smartphone Android per gli amanti del multimedia

0
1751

Xiaomi torna alla carica con un nuovo phablet studiato in modo specifico per chi fa della multimedialità e dell’ampiezza del display due punti fondamentali dell’esperienza su smartphone. Dopo il fortunato esordio di Xiaomi Mi 5s e 5s Plus, è arrivato il momento di Xiaomi Mi MIX, dispositivo con cornici ridotte al minimo, al punto da lasciare un’ampia panoramica visuale sui filmati e le app mostrate a schermo.

Xiaomi Mi MIX riesce ad assicurarsi per questo motivo un ottimo design, che si coniuga con un comparto hardware veramente potente. Si parte da un system on a chip Snapdragon 821, un quad core capace di raggiungere i 2,35 GHz di frequenza massima, in accoppiata con Adreno 530, la GPU di default per il processore di Qualcomm. Si aggiungono inoltre 4 o 6 GB di RAM da unirsi con i 128 o 256 GB di memoria, i due tagli standard con cui Xiaomi ci propone il nuovo terminale.

Il display è ovviamente il punto forte del dispositivo: 6,4 pollici è la diagonale di schermo, che lascia una sensazione particolare all’utente, che potrà meravigliarsi di assistere a immagini di qualità e ampiezza cinematografica.

Xiaomi Mi MIX: quando specifiche tecniche e design si incontrano

Il dispositivo di Xiaomi è perfettamente curato anche dal punto di vista della connettività: oltre al classico Wi-Fi a/b/g/n/ac, troviamo due slot per NanoSIM, Bluetooth 4.2 e Near Field Communication. Presente anche la geolocalizzazione, precisa e di qualità grazie a GLONASS, BDS e A-GPS, ben funzionante indipendentemente dal mezzo.

Una delle pecche principali di Xiaomi Mi MIX, comunque, è l’assenza della connettività 4G su banda 20: si tratta di una frequenza in uso agli operatori telefonici europei (e di conseguenza, ovviamente, italiani) in grado di trasmettere dati a livello di rete LTE. Ci si augura quindi che Xiaomi possa provvedere a offrirci una versione “internazionale” di Mi MIX.

La costruzione del dispositivo è in pura ceramica, ciò permette una resistenza incredibile a qualsiasi tipo di graffio accidentale, rendendo però purtroppo il phablet sensibile agli urti. L’ergonomia non ne trae vantaggio, tuttavia avere un pannello schermo di alta luminosità, con bianchi e colori molto ben calibrati e una superficie che ricopre l’84% circa del dispositivo, possiamo dire di trovarci di fronte a un buon compromesso.

Ci troviamo quindi davanti ad un dispositivo molto peculiare, con un comparto fotografico buono (sensore 16 megapixel con stabilizzatore digitale, filtri in real time, HDR) e uno schermo impossibile da lasciar passare inosservato: Xiaomi Mi MIX potrebbe diventare ancora più popolare in Italia con un necessario aggiornamento alle frequenze del nostro paese.