Telegram: alternative migliori all’app di messaggistica istantanea

0
2083
Telegram

Telegram attualmente è molto usato come canale per la messaggistica istantanea. Possiamo dire che questo servizio è diventato un vero e proprio punto di riferimento in questo campo, sia per quanto riguarda l’uso su PC che su dispositivi mobili. L’applicazione di Telegram è riuscita a far leva su delle caratteristiche fondamentali che piacciono agli utenti e che hanno fatto in modo di distanziare di molto tutti i concorrenti. Infatti Telegram è uno dei servizi più usati non soltanto nel nostro Paese, ma in tutto il mondo.

Ma viene da chiedersi: quali sono le alternative a Telegram come applicazioni di messaggistica istantanea che potremmo prendere in considerazione? Vediamo alcuni suggerimenti a questo proposito.

WhatsApp e Messenger

Molto utilizzato è anche WhatsApp, un’app di messaggistica istantanea, la cui prima versione risale al 2009. Mentre fino al 2016 si poteva utilizzare pagando un canone annuale, attualmente invece WhatsApp è diventata completamente gratuita. Con WhatsApp è possibile mandare messaggi di testo, immagini, video, documenti, file audio.

Inoltre l’app consente di fare chiamate e videochiamate. Si basa sull’uso di messaggi crittografati, che vengono utilizzati per garantire un livello di sicurezza molto alto.

Anche Facebook Messenger è un’applicazione molto conosciuta e molto utilizzata. All’inizio era disponibile soltanto per un uso mobile. Adesso si può utilizzare anche da web. Attraverso Messenger si può accedere alle conversazioni in maniera molto più veloce e diretta rispetto a prima, quando si doveva ricorrere al popolare social network. Anche con Messenger è possibile inviare messaggi di testo, foto, video e molti altri file. Gli utenti possono anche effettuare chiamate e videochiamate.

Le alternative a Telegram meno conosciute

Se WhatsApp e Messenger rappresentano le più conosciute come alternative a Telegram, non bisogna trascurare anche altri servizi molto importanti che permettono di accedere in maniera rapida e all’opportunità di scambiarsi messaggi istantanei. Per esempio potremmo consigliare l’uso di Viber. Si tratta di un servizio gratuito e multipiattaforma.

Molto interessante è la possibilità di effettuare su Viber delle chat di gruppo, fino ad un massimo di 250 persone. Ecco perché Viber è consigliabile soprattutto per chi ha l’esigenza di creare gruppi di lavoro. Viber è stata acquistata nel 2014 da una società giapponese. È un servizio che può contare su più di 800 milioni di utenti attivi.

Un altro servizio da non perdere è Wechat, un’applicazione che viene utilizzata da 980 milioni di utenti e che è diffusa soprattutto in Cina. Con Wechat si possono inviare messaggi di testo, stickers, registrazioni vocali. Inoltre si possono mandare file multimediali di diverso genere, anche foto e video.

Gli utenti di Wechat hanno la possibilità di parlare soltanto con un altro utente oppure di creare dei gruppi per parlare con tanti utenti contemporaneamente. Da non sottovalutare l’integrazione con il servizio Wechat Pay, una sorta di portafoglio elettronico molto utile per trasferire denaro online.

È da specificare, però, che questo sistema di pagamento e di transazioni di somme online funziona attualmente soltanto con carte di credito cinesi, ma si spera che ben presto vengano estese delle funzionalità di questo genere anche per altri Paesi, tra cui il nostro.