WhatsApp a pagamento dal 13 gennaio? E’ una bufala

0
811
whatsapp bufala pagamento

In questi giorni gli utenti di WhatsApp stanno ricevendo un messaggio con il seguente incipit: “Avviso importante a tutti gli utenti di WhatsApp”. La prima apparizione di questo testo è datata 6 gennaio e sta inevitabilmente approfittando dell’ingenuità delle persone per propagarsi di smartphone in smartphone alla velocità della luce. Sono già milioni e milioni gli utenti che lo hanno ricevuto: “da sabato mattina 13 gennaio 2018 WhatsApp diventerà a pagamento”, prosegue il messaggio, che si conclude con un invito a condividere per evitare appunto il pagamento. “Se hai almeno 20 contatti manda questo messaggio a loro. Così risulterà che sei un utilizzatore assiduo e il tuo logo diventerà blu e resterà gratuito”.

Del messaggio se ne stanno propagando anche diverse varianti, che citano fantomatici servizi di telegiornali, che in realtà non ci sono mai stati. Una forma già utilizzata più volte e che nonostante le campagne di sensibilizzazione, continua a trovare terreno fertile. WhatsApp, infatti, è e rimarrà gratuito: nessuna conferenza stampa è stata indetta per annunciare la notizia del pagamento, nessun presidente dell’azienda si è mai espresso pubblicamente in questo senso.

Insomma, c’è più di un elemento che non ci dovrebbe far cascare nell’ennesima bufala su WhatsApp, a distanza di una settimana il messaggio continua a circolare. In questi casi, il consiglio che vi diamo è quello di verificare subito tramite il sito ufficiale dell’app o i suoi profili social, su Facebook e Twitter. Se nemmeno lì è pubblicata una notizia così importante come può essere il pagamento di un abbonamento, potete tranquillamente cestinare il messaggio ricevuto, senza propagarlo ulteriormente.