Android Go Oreo: il nuovo sistema operativo per dispositivi di fascia bassa

0
918
android go oreo

Google ha lanciato proprio questa notte la Go Edition di Android Oreo: si tratta di una versione del sistema operativo appositamente realizzata per gli OEM che siano però dispositivi di fascia bassa e di conseguenza con risorse nettamente inferiori rispetto ai telefonini top di gamma. È un periodo di grandi novità per la società di Mountain View, che in concomitanza con il lancio di Android 8.1 Oreo, ha anche annunciato le versioni rielaborate di diverse app.

Stiamo parlando di Google Go, Go Maps, Gmail, Go, YouTube Go, Google Assistant Go, Go Files, Gboard, Chrome, e Google Play. Android Go, tra l’altro, era già stato annunciato da Big G ad inizio anno, come una configurazione particolare di Android Oreo pensata appunto per i dispositivi meno potenti. Per intenderci, ne è consigliata l’installazione su quegli smartphone che hanno meno di 1 gigabyte di RAM. Questo sistema operativo “leggero”, infatti, utilizza meno memoria ed occupa meno spazio fisico, in modo da garantire buone performance anche con telefonini poco prestanti.

Con Andoird Go Google verso il miliardo di utenti

Con questa mossa, Google conferma di avere come obiettivo quello di ampliare ulteriormente il pubblico che adopera il suo sistema operativo mobile fino ad arrivare al miliardo di dispositivi. “Ad oggi, solo circa la metà delle persone sono connesse ad internet, e quando accederanno per la prima volta, lo faranno attraverso lo strumento più immediato che è attualmente presente sul mercato: lo smartphone”, fanno sapere dal quartiere generale di Mountain View. Insomma, Android Go potrà supportare qualsiasi lingua, ma al momento è stato pensato per fare breccia in mercati in via di espansione.