Business

Tim Open: la nuova piattaforma b2b per startup e sviluppatori

Tim Open: la nuova piattaforma b2b per startup e sviluppatori
Tim Open: la nuova piattaforma b2b per startup e sviluppatori

Tim Open è una piattaforma business pensata per sviluppatori e start-up innovative che vogliono configurare una propria applicazione cloud e in seguito renderla disponibile ai propri clienti tramite i canali Tim, ossia il Digital Store ufficiale e gli agenti. La piattaforma di Tim Open, a questo scopo, offre praticamente tutti gli strumenti necessari per lo sviluppo software: dalle API (Application Programming Interface) dei servizi Tim, come Sms e geolocalizzazione, passando per le risorse infrastrutturali di alta qualità e conformi con le vigenti normative italiane ed europee. Grazie a questi strumenti, è possibile integrare nuove opportunità ad applicazioni o processi aziendali già esistenti. E non è tutto, perché Tim Open offre anche funzionalità che consentono agli sviluppatori di concentrarsi sul valore intrinseco dei propri servizi: stiamo parlando ad esempio della gestione degli ordini, della promozione di prodotti e servizi stessi, pagamenti e fatturazioni.

Tramite il Digital Store di Tim, invece, si ha a disposizione un cloud marketplace tramite il quale le Pmi possono selezionare, acquistare e gestire soluzioni avanzate ICT ottimizzando al contempo i processi aziendali. Con questi presupposti, dunque, Tim Open rappresenta un canale tramite il quale sviluppare soluzioni cloud e al contempo monetizzare il proprio lavoro. Le aziende che hanno la necessità di ampliare il proprio business, dunque, tramite questo canale incontreranno sviluppatori che propongono app e soluzioni all’avanguardia.

Sviluppatori, startup, software house e operatori IT che lavorano sul territorio italiano, dunque, possono registrarsi sul portale Open.tim.it e cominciare subito a sviluppare e vendere applicativi. Il servizio, infatti, mette a disposizione tutto ciò che serve per essere immediatamente operativi, oltre a garantire un’infrastruttura in grado di ospitare le app e di commercializzarle. In cambio Tim ottiene una “revenue”, ossia una percentuale sulle vendite degli applicativi.

I principi sui quali si fonda Tim Open sono sostanzialmente quattro: l’automazione, tramite lo snellimento di processi e burocrazia sfruttando appunto il meglio della tecnologia; semplicità, con la possibilità di dedicare maggiore tempo ai processi più importanti, come lo sviluppo; scalabilità, ossia la possibilità di far evolvere i servizi offerti nel tempo, rilasciando nuove funzioni gradualmente; infine la community, quello spazio nel quale gli iscritti collaborano attivamente scambiandosi conoscenze e creando, perché no, una rete personale che consenta l’accesso a contenuti tecnici esclusivi.  

Insomma, funziona tutto in maniera assai semplice e intuitiva, come ha evidenziato a ‘Millionaire’ Francesco Pagliari, responsabile Platform & MarketPlace di Tim: “Lo sviluppatore carica la sua applicazione sulla piattaforma TIM Open – sottolinea – seguendo un semplice procedimento, noi operiamo un controllo di merito, dopodiché questa si rende disponibile sull’altra nostra piattaforma, TIM Digital Store”.

Il guadagno, dicevamo, è basato sul sistema del “revenue share” e Tim incassa la propria parte dal cliente finale che acquista a sua volta dallo sviluppatore. “L’unica cosa che chiediamo in contropartita è che il prodotto utilizzi le nostre infrastrutture in cloud. Una volta caricata, sarà resa disponibile in automatico dal canale online e da quello offline, cioè dalla nostra forza commerciale. Il modello di business è revenue share: TIM incassa dal cliente finale, lo sviluppatore riceve una percentuale. Solitamente questi sono servizi per i quali si paga un canone mensile”, conclude Pagliari.

Buzzoole

Business
@mirkonicolino

Internet è il luogo ideale per soddisfare la mia curiosità, guardare a mondi lontani, immaginare il futuro sapendo che è ad un bit da me

Altri in Business

Stampe personalizzate: un dettaglio sempre più trendy

Stampe personalizzate: un dettaglio sempre più trendy

Isan Hydi21 Settembre 2019
Cosa sono gli indicatori di performance di un punto vendita?

Cosa sono gli indicatori di performance di un punto vendita?

Isan Hydi30 Agosto 2019
Cos’è la consulenza SEO e perché potresti averne bisogno

Cos’è la consulenza SEO e perché potresti averne bisogno

Isan Hydi8 Luglio 2019
Il ruolo del digital marketing nelle aziende moderne

Il ruolo del digital marketing nelle aziende moderne

Isan Hydi4 Luglio 2019
Posizionamento su Google: perché investire nella SEO è più redditizio rispetto alla SEA

Posizionamento su Google: perché investire nella SEO è più redditizio rispetto alla SEA

Isan Hydi15 Febbraio 2019
Il digital signage e le sue potenzialità per l’informazione

Il digital signage e le sue potenzialità per l’informazione

Isan Hydi28 Gennaio 2019
Roll up pubblicitario cos’è e quali sono i vantaggi

Roll up pubblicitario cos’è e quali sono i vantaggi

Isan Hydi31 Ottobre 2018
Come scegliere una Web Agency

Come scegliere una Web Agency

Isan Hydi30 Settembre 2018
New economy e tecnologia: l’importanza di una consulenza legale e strategica

New economy e tecnologia: l’importanza di una consulenza legale e strategica

Isan Hydi21 Settembre 2018

Il bello della tecnologia

Wolf Agency
Via Cavour 24,10024, Moncalieri (TO)
+ 39.388.6322400
[email protected]
TStyle by Wolf Agency - Via Cavour 24 - 10024 Moncalieri (TO) - info@tstyle.it - tel: 39 388.6322400