Creare un sito: con WordPress è più facile

0
2460
wordpress

Nell’era del Web 2.0 creare un sito è diventato molto più facile. Anche chi non è propriamente un mago del PC riesce a farlo, grazie ai CMS gratuiti che ci guidano passo passa dalla realizzazione dell’home page alla scrittura del primo post. Che si tratti di un sito personale, aziendale o di un magazine online, sono sempre meno coloro i quali si rivolgono a programmatori per la struttura e il popolamento. Grazie a strumenti come WordPress, possiamo fare tutto da soli e le potenzialità sono praticamente infinite.

WordPress è infatti un CMS che si installa in pochi click, a patto che prima si sia acquistato un dominio (l’indirizzo tramite il quale vogliamo essere raggiunti dal nostro pubblico) e uno spazio web. In Rete le proposte non mancano e per iniziare si può adottare una soluzione “all-in-one”, ossia quei pacchetti completi che con una spesa di pochi euro al mese consentono di avere indirizzo, spazio web e database già pronti all’uso. Addirittura, alcuni hosting, prevedono l’installazione automatica di WordPress e a quel punto all’utente non resta che strutturare l’home page e personalizzare tutto il resto.

Con questo CMS è possibile realizzare menu personalizzati, stabilendo le categorie che andranno a costituire i “contenitori” virtuali delle pubblicazioni. Per la realizzazione di pagine e post, invece, c’è a disposizione un editor che è tanto semplice quanto l’utilizzo di Word. È anche per questo motivo, che molti scelgono WordPress per la realizzazione di negozi online. Con la scelta del template adatto (ve ne sono di gratuiti, ma anche a pagamento) e dei plugin necessari per mettere su un e-commerce, basta davvero poco per essere operativi di fronte alla nuova clientela.

Già, i plugin: sono uno dei punti di forza in assoluto di questo CMS. Ne esiste un’infinità, scaricabili gratuitamente dalla community ufficiale, ma ci sono anche tante estensioni a pagamento, che servono per chi vuole fare un passo in avanti rispetto ad un classico sito personale. Filtri antispam per evitare che qualche malintenzionato ci insozzi il sito con spazzatura, plugin per la gestione delle pubblicità che andremo a caricare per monetizzare il traffico, senza dimenticare cache (per rendere il tutto più veloce) e Seo. Occhio, soprattutto a questo fattore: la Search Engine Optimization è fondamentale per essere visibili sui motori di ricerca, oltre ad avere un’adeguata promozione sui social network come Facebook, Twitter, Instagram e compagnia.