Montblanc Summit, nuovo smartwatch di lusso con Android Wear 2.0

0
3241

Anche un marchio premium nel mondo degli orologi come Montblanc segue la strada di molti produttori desiderosi di creare uno smartwatch di altissima qualità, sia dal punto di vista dell’hardware che, ovviamente, dei materiali premium utilizzati per il design del dispositivo. Nasce seguendo questi presupposti Montblanc Summit, che potremmo a tutt’oggi definire come uno dei più acerrimi rivali di TAG Heuer Connected Modular 45, altro contendente di fascia alta.

Montblanc Summit presenta un design classico, improntato sullo stile analogico, con una cassa in acciaio (o più probabilmente titanio, dettaglio che sarà chiarito alla presentazione ufficiale) dal diametro di 46 mm ed uno spessore di 2,5 mm. Il display dello smartwatch è un AMOLED 1,39 pollici 400 x 400 pixel, e la sua protezione è garantita da un vetro in zaffiro piuttosto spesso, anche se non interferisce con l’estetica complessiva dello smartwatch.

Non manca la certificazione IP68, per quanto Summit non sia un dispositivo per sportivi. Molto più interessante constatare, invece, come lo smartwatch possa cambiare rapidamente look grazie alle watchfaces che riescono a riprodurre in maniera fedele i quadranti analogici degli orologi del brand, in quattro colorazioni diverse e offrendoci addirittura cinturini in diversi colori base per quanto riguarda la gomma (verde, blu, nero, rosso) e in pelle (nero, blu e marrone)

Montblanc Summit: un nuovo protagonista nel mondo degli smartwatch top

Anche il comparto tecnico di Montblanc Summit non delude: un processore Snapdragon Wear 2100 si unisce a 512 GB di RAM e 4 GB di memoria stock, una batteria da 300 mAh e una serie di sensori particolarmente adatti ad affrontare le necessità di ogni giorno ed anche più: microfono, cardiofrequenzimetro, barometro, accelerometro, giroscopio, bussola, luce e motore a 6-assi con feedback incorporato.

Non sono purtroppo presenti due “must” per gli smartwatch moderni, ovvero LTE e GPS; tuttavia la scelta può essere ricondotta alla volontà di Montblank di attivare un buon battery saving. Non manca, però, un chip NFC con cui effettuare pagamenti veloci con la piattaforma Android Pay. La connettività è stabile e data dalla presenza di Bluetooth 4.1 e Wi Fi 802.11 b/g/n.

Come potremmo aspettarci, l’OS di base è Android Wear 2.0; ciò significa che potremo avere il nostro piccolo “arsenale” di app a disposizione scaricandole direttamente dal Play Store senza il supporto smartphone. Abbiamo quindi a disposizione un wearable eccellente dal punto di vista della costruzione, adatto sicuramente alla “urban life” così come alle occasioni più importanti della giornata: il look e le funzioni di Montblanc Summit non ci deluderanno.