Chrome 56, gli aggiornamenti per la sicurezza del browser

0
3291

Dopo aver completato diverse fasi di test, Google ha avviato la distribuzione di Chrome 56, nuova versione stabile del suo popolare browser, disponibile sul sistema operativo Windows, macOS e Linux. Vediamo nel dettaglio tutte le novità introdotte, con uno speciale riguardo alle introduzioni fatte in materia di sicurezza sul web e per la protezione dei dati sensibili.

Chrome 56: HTTPS e FLASH Player

Tra le novità più interessanti di Chrome 56 vi sono diverse caratteristiche migliorano notevolmente l’esperienza utente. Tra queste sono state introdotte nuove API e strumenti per gli sviluppatori che attivano di default l’HTML 5 sul web. Come impostazione predefinita, quindi, i contenuti in Flash verranno disattivati e sarà a discrezione dell’utente scegliere se attivarli o meno.
I contenuti in Adobe Flash vengono considerati da Google obsoleti e il blocco di questi consentirà un grande risparmio sulle risorse e maggiore sicurezza per l’utente.

Continuando con il discorso della sicurezza sul web, è inoltre importante segnalare il nuovo avvertimento per le pagine che, pur contenendo o richiedendo dati sensibili (come login e password per esempio), non hanno ancora implementato l’HTTPS. Con il nuovo aggiornamento a Chrome 56, il browser etichetterà come “non sicuri” i siti con indirizzo HTTP che raccolgono informazioni sensibili. L’obiettivo finale è quello di dare un chiaro segnale ai webmaster, l’aggiornamento al protocollo HTTPS sarà sempre più richiesto.

Tale funzionalità è stata introdotta anche nell’ultima versione di Firefox; il protocollo criptato è sempre di più una priorità da mettere in risalto negli aggiornamenti dei browser.

L’indirizzo web di tstyle.it presenta il protocollo HTTPS

Chrome 56: maggiore velocità nei caricamenti

Chrome 56 introduce anche un nuovo sistema di cache che promette di velocizzare il caricamento delle pagine. Con un comunicato sul blog ufficiale di Chromium, gli sviluppatori aggiornano gli utenti dei risultati raggiunti a seguito di numerosi lavori. Chrome dichiara con l’aggiornamento alla versione 56 una riduzione dei tempi di convalida del 60% e un’ottimizzazione dei tempi di caricamento del 28%. Il risultato, in termini pratici, si traduce in un minor consumo energetico e un risparmio anche di dati a pacchetto.