Come ottenere un buon posizionamento su Google

0
4101

Hai un sito internet o un blog ma, nonostante l’impegno, hai ancora pochissime visite? Bene, allora forse dovresti mettere in pratica un po’ di operazioni per migliorare il tuo posizionamento su Google! Con questo termine, infatti, si fa riferimento ad una serie di operazioni volte a migliorare la posizione del tuo sito web in questo motore di ricerca.

Se, appunto, il tuo sito colleziona poche visite, allora questo potrebbe dipendere proprio dal suo posizionamento su Google. Se il sito in questione, infatti, è difficile da trovare o appare nella quarta o quinta pagina dei risultati di ricerca, significa che è poco visibile e che raggiunge solo una piccola fetta di potenziali lettori o clienti.

Alcune mosse fai da te per migliorare il posizionamento su Google del proprio sito

Ci sono due possibili strategie da mettere in pratica. La prima è quella di affidarsi ad un esperto del settore, ovvero ad un posizionatore seo. La sigla seo, infatti, sta per search engine optimization che in italiano significa, per l’appunto, ottimizzazione per i motori di ricerca. Il posizionatore seo mette in pratica tutta una serie di complicate ed articolate operazioni per far sì che il tuo sito arrivi ad essere tra i primi risultati di ricerca per le parole chiave ad esso correlate. Trovare un bravo posizionatore seo non è difficile e basta verificarne le competenza e l’esperienza chiedendogli di mostrarvi i risultati ottenuti con altri clienti e di elaborare un piano d’azione appositamente per voi e per il vostro sito web. Ovviamente, però, questo ha un costo e non tutti possono permetterselo, all’inizio della propria attività.

Se, dunque, almeno per il momento non hai un budget da dedicare a questa figura professionale, allora puoi provare, almeno inizialmente, a mettere in pratica un po’ di operazioni fai da te che possano migliorare la visibilità del tuo sito. Nelle prossime righe ti spiegheremo come fare.

Posizionamento su Google fai da te: le operazioni da mettere in pratica

La prima cosa da fare per posizionarsi su Google è un’indagine sui gusti del pubblico, ovvero conoscere le parole che il popolo del web ricerca con maggiore frequenza. Quest’operazione è abbastanza facile: basta, infatti, servirsi di Google Trend, un servizio offerto dal motore di ricerca che contiene i termini più ricercati, in base alla categoria e alle aeree geografiche.

Apri, dunque, Google trend dalla home page ed effettua la ricerca selezionando la zona interessata e l’argomento che ritieni sia maggiormente legato al tuo blog o al prodotto che vendi. Per selezionare l’argomento ti basterà cliccare su “Tutte le categorie” e scegliere le aree tematiche che pensi possano essere maggiormente legate al tuo prodotto.

Una volta selezionati questi criteri di ricerca troverai due classifiche: gli argomenti più cercati e quelli in crescita. Ciò che devi fare, dunque, è semplicemente inserire queste parole chiave all’interno dei testi del tuo sito web, seguendo raccomandazioni sull’ottimizzazione on-page suggeriti nei video gratuiti del sito sul posizionamento su google jfactor di Filippo. Ricorda che è importante mantenere sempre le parole chiave aggiornate e cercare di trattare temi attuali se si tratta di un blog.

A questo punto, se seguite questi semplici consigli e mettete in pratica le operazioni che vi abbiamo consigliato, non dovreste avere nessuna difficoltà a migliorare i vostri risultati di ricerca. Ovviamente, in questo caso, i risultati sono più lenti e meno efficaci rispetto a quelli che avreste se vi rivolgeste ad un posizionatore seo professionista, ma è già qualcosa per cominciare, soprattutto se non avete le risorse economiche da dedicare a questa specifica figura professionale.

Da considerare, infine, anche l’ipotesi di acquistare un corso di posizionamento su Google online. Ce ne sono, infatti, diversi e molti di questi sono davvero utili ed efficaci per farvi comprendere cosa dovete fare nello specifico per migliorare il posizionamento del vostro sito.