Mobile

Xiaomi Mi 5C, un nuovo smartphone Android inaugura il processore Pinecone

Xiaomi Mi 5C, un nuovo smartphone Android inaugura il processore Pinecone
Xiaomi Mi 5C, un nuovo smartphone Android inaugura il processore Pinecone
Roberta Betti

Arrivano nuove indiscrezioni per il mondo Xiaomi, in particolare per la fortunata generazione di smartphone “Mi 5”, che con Mi 5S e 5 Plus ha già collezionato l’attenzione degli appassionati Android entry-level. Xiaomi Mi 5C, dispositivo su cui il brand cinese è all’opera da diverso tempo, verrà presentato il prossimo 30 Novembre, proprio in concomitanza dell’arrivo di una nuova coppia di smartphone da parte della rivale Meizu.

Xiaomi Mi 5C sarà, secondo quanto trapelato dai social network cinesi e dalle indiscrezioni del web, un dispositivo che farà debuttare il nuovo Pinecone, chipset conosciuto fino ad oggi con il code-name di “Meri”. Progettato come sostituto temporaneo dei processori forniti da MediaTek o da Qualcomm (che ha appena provveduto a presentare il colosso Snapdragon 835), la casa cinese ha concepito un componente hardware chiave “in casa propria”.

Pinecone integra un assetto octa core (costituito dalle unità ARM Cortex A53 che molti di noi già conosceranno) da 2,2 GHz, in abbinamento con la GPU Mali-T860. Nonostante la novità del sistema, il chipset non sembra aver raggiunto un grado di maturità sufficiente se paragonato ad altri rivali (è inferiore, secondo i benchmark di GeekBench, a Kirin 560 della rivale Huawei).

Xiaomi Mi 5C: un debutto importante per l’hardware prodotto dal brand?

Diverse altre indiscrezioni parlano di Android Marshmallow come sistema operativo base, reso più personalizzato e a misura di utente dall’interfaccia MIUI 8, come ormai è consuetudine per Xiaomi.

Che cosa può significare il lancio di un dispositivo di fascia media caratterizzato da un hardware prodotto internamente? Di certo il desiderio del brand cinese di trovare la propria strada verso l’indipendenza da atri produttori, esattamente come altre agguerrite competitor, tra cui Samsung.

Il chipset Pinecone punterà molto probabilmente sul power saving e sul mantenimento dell’autonomia dello smartphone, piuttosto che sulla potenza a tutto tondo, un dettaglio che verrà probabilmente ridefinito nelle successive generazioni di smartphone Mi.

Ci aspettiamo quindi un nuovo medio-gamma da parte di Xiaomi per fine anno, in attesa del passaggio alla sesta generazione di dispositivi in cui potrebbe essere integrata una soluzione hardware mirata anche all’incremento della potenza oltre che al risparmio energetico.

Mobile
Roberta Betti
@SerikaSerizawa8

Appassionata di hi-tech ed entertainment digitale, e più generalmente di tutto ciò che ruota attorno il sistema di numerazione binario: sistemi open source, OS, privacy, app, videogames, device e quanto il prolifico mondo della tecnologia ci propone ogni giorno

Altri in Mobile

Il numero VoiP aiuta le aziende a crescere. Vediamo come

Il numero VoiP aiuta le aziende a crescere. Vediamo come

Isan Hydi3 agosto 2018
Smartphone compatti, perché sceglierli da 5 pollici

Smartphone compatti, perché sceglierli da 5 pollici

Isan Hydi9 luglio 2018
App Android più sicure: Google aggiunge i DRM

App Android più sicure: Google aggiunge i DRM

Mirko Nicolino25 giugno 2018
WhatsApp non funzionerà più su milioni di smartphone: ecco quali

WhatsApp non funzionerà più su milioni di smartphone: ecco quali

Mirko Nicolino22 giugno 2018
Honor 7S: in Italia anche nei negozi fisici a 119 euro

Honor 7S: in Italia anche nei negozi fisici a 119 euro

Mirko Nicolino16 giugno 2018
iOS 12 è ufficiale: tutte le novità

iOS 12 è ufficiale: tutte le novità

Mirko Nicolino5 giugno 2018
Nokia 8, aggiornamenti per l’Italia: modalità Pro fotocamera e non solo

Nokia 8, aggiornamenti per l’Italia: modalità Pro fotocamera e non solo

Mirko Nicolino31 maggio 2018
Iliad: ecco il quarto operatore di telefonia in Italia, costi e attivazione

Iliad: ecco il quarto operatore di telefonia in Italia, costi e attivazione

Mirko Nicolino30 maggio 2018
Trump usa 2 iPhone violando i protocolli di sicurezza?

Trump usa 2 iPhone violando i protocolli di sicurezza?

Mirko Nicolino22 maggio 2018

Il bello della tecnologia

Logica Lab Srls
Via Trieste 7/A,87036, Rende (CS)
+ 39.0984.408314
[email protected]
TStyle by LogicaLab - Via Marco Polo 7 - 87036 Rende (Cs) - info@tstyle.it - tel: 39 0984.408314

Privacy Preference Center

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

__cfduid, __jid, AWSELB, guid, PHPSESSID
__cfduid
__jid, SESS#
AWSELB
guid

Preferenze

II cookie per le preferenze consentono a un sito web di ricordare le informazioni che influenzano il modo in cui il sito si comporta o si presenta, come la lingua preferita o la regione che ti trovi

uid
uid

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

__utm.gif,__utma, __utmb, __utmc, __utmt, __utmz, d, disqus_unique, p,vuid
__utm.gif, _ga, _gat, _gid
__utma, __utmb, __utmc, __utmt, __utmz, disqus_unique
d
p
vuid

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

#.gif, _ansscnt, _cc_aud, _cc_cc, _cc_dc, _cc_id, _kuid_, _rxuuid, _ssum, _twitter_sess, google_ads_cookie_consent