Microsoft Surface: un nuovo mouse e due tastiere wireless

0
1629
Microsoft Surface tastiera

Microsoft Surface si arricchisce di nuovi accessori: al brand di Redmond sono ora associati tra gli altri un nuovo mouse e una tastiera ergonomica. Il colosso della tecnologia, nel corso dell’evento del 26 ottobre a New York ha presentato diverse novità, da Surface Studio a Surface Book i7, passando per Windows 10 Creators Update. Al contempo, in maniera meno roboante, sono stati presentati nuovi accessori per il brand Surface, di cui si parlava da settimane, senza però avere ancora riscontri ufficiali.

Da oggi, gli accessori tanto attesi sono già prenotabili tramite lo store ufficiale Microsoft, almeno per gli utenti residenti sul suolo USA. Si tratta di un nuovo mouse Surface dal costo di 49,99 dollari, che riprende la tradizione dei precedenti mouse Microsoft, ma si presenta nel colore grigio anziché nero. Rispetto al precedente mouse per Surface, questo prodotto si presenta più bombato, aspetto che dovrebbe garantire una migliore ergonomia. Tra le migliorie tecniche vi è l’innalzamento del raggio d’azione che ora raggiunge i 15 metri. Inoltre, è stata innalzata l’autonomia delle batterie, che stando alle indicazioni Microsoft dovrebbe arrivare fino ad un anno.

Microsoft Surface: due nuove tastiere

A Microsoft Surface è ora associabile anche una nuova tastiera wireless, che somiglia molto al modello precedente se non fosse per il colore grigio. In realtà, vi sono diverse modifiche, visto che la disposizione dei tasti è stata cambiata ed è stato ampliato il raggio d’azione, come avvenuto per il mouse. Il prezzo di questo nuovo prodotto è di 99,99 dollari.

Presentata anche una nuova tastiera ergonomica, con design simile alla generazione precedente, ma questa volta con tastierino numerico aggiuntivo. Le finiture sono in alcantara e il prezzo è di 129,99 dollari. Tutti e tre questi nuovi accessori sono compatibili con qualsiasi dispositivo dotato di sistema operativo Windows 10 e già prenotabili: le consegne partiranno in America dal 10 novembre.

Foto: Microsoft.com