Samsung Galaxy S7, arriva Android Nougat con interfaccia Grace UX

0
3894

Samsung ha avuto certamente il merito di offrire al pubblico uno degli smartphone Android più avanzati e completi disponibili nel 2016: il progetto che ha portato alla nascita di Samsung Galaxy S7, e che in parte ha determinato le basi su cui costruire il phablet Galaxy Note 7, continua tuttavia ad evolversi grazie ad un nuovo test interno che la società coreana avrebbe predisposto per accogliere Android Nougat sul suo attuale top di gamma.

Seguendo il consiglio di Google in merito al rendere disponibili quanto prima smartphone e tablet dotati del nuovo OS dedicato al celebre robottino verde, Samsung sta accelerando i tempi affinché Nougat possa esordire presto con l’aggiunta di una nuova interfaccia, Grace UX, che gli utenti di Note 7 già conosceranno per la sua versatilità e fluidità.

Dopo essere stata rilasciata in Corea ed alcuni altri paesi asiatici in modalità test su Galaxy Note 5, Grace UX è pronta ad adattarsi ad un ambiente hardware sempre più competitivo e rafforzato da un carico di nuove app anche a livello software, che richiedono un’organizzazione dell’app drawer, delle applicazioni lanciate e delle schermate aperte più che soddisfacente e sempre responsiva.

Samsung Galaxy S7 Android Nougat: via libera ad una nuova interfaccia grafica

Le prime modifiche estetiche introdotte da Grace UX (o Grace UI, a seconda della propria preferenza) riguardano le applicazioni di sistema integrate di default da Samsung, tra cui le Galaxy Apps, il registratore di suoni, l’archivio e la calcolatrice. Sembra inoltre che anche la nota TouchWiz sia stata ridisegnata fino a raggiungere un aspetto molto tenue ed uniforme, con risparmio di spazio per quanto riguarda i Quick Toggle.

Al momento l’interfaccia Samsung che permetterà un nuovo approccio con Android Nougat e Galaxy Note 7 è installabile sui propri dispositivi esclusivamente tramite procedura di root e download dei relativi file APK, step consigliati da seguire per chi ha un certo grado di esperienza a riguardo ed ha pronti dei backup dei dati più importanti.

Per chi intende aspettare, la scelta migliore se si vuole sperimentare Grace UX in maniera nativa, è comunque in arrivo una buona notizia: grazie ad un recente leak di un manuale utente Galaxy A8 (versione 2016), sappiamo già che oltre all’atteso supporto Samsung Pay esordirà anche Grace UX, segno della volontà di Samsung di estendere e unificare il suo ecosistema grafico su medio-gamma e top di gamma.

Attendiamo di sapere infine se la modalità Always On tipica di Galaxy Note 7 verrà esportata sui due flagship Samsung Galaxy S7 e S7 Edge come desiderato da molti utenti, sempre alla ricerca di nuovi modi per emulare anche su una periferica compatta come uno smartphone i principali feature di un phablet studiato per la produttività e il multimedia a livelli superlativi.