Google

Google Duo, la rivoluzione delle videochiamate

Google Duo, la rivoluzione delle videochiamate
Google Duo, la rivoluzione delle videochiamate
Irene Podestà

Google Duo è la rivoluzionaria applicazione di videochiamate realizzata dal colosso di Mountain View. L’applicazione era stata originariamente presentata in occasione del Google I/O 2016. Adesso, con un dettagliato comunicato pubblicato sul suo blog ufficiale, Google annuncia la disponibilità dell’app per tutti gli utenti Android e iOS.

Le videochiamate piacciono a tutti. L’idea di poter stare in qualche modo più vicino a una persona lontana, solamente grazie a un’app è emozionante. Google lo sa bene ed è per questo che, nel corso del trascorso Google I/O, aveva annunciato le sue intenzioni di rivoluzionare il mondo della messaggistica instantanea. Il suo obiettivo? Reintrodurre le videochiamate tra dispositivi mobili.

Con l’uscita ufficiale della sua app per Android e iOS Google Duo, la società della California vuole assicurare ai suoi utenti le migliori performance in termini di esperienza audio e video.

 

 

Google Duo, le funzionalità:

L’applicazione, come spiegato nel comunicato pubblicato sul blog ufficiale dell’azienda, è una semplice app per videochiamate 1 a 1. Google Duo è scaricabile gratuitamente tramite App Store per iOS o PlayStore per gli utenti Android. Duo si fa subito notare per la sua interfaccia estremamente semplice. Per chiamare è solamente necessario il numero di telefono del destinatario e ovviamente, una rete dati o una connessione Wi-Fi. La qualità della videochiamata sarà automaticamente impostata in base alla velocità della connessione, evitando così disconessioni improvvise. L’applicazione effettuerà anche uno switch automatico da Wi-Fi a rete dati. In questo modo si potrà far partire la videochiamata da casa, per poi continuarla tranquillamente in viaggio.

 

google-duo

 

Google Duo, le innovazioni:

A differenza di altre applicazioni per le videochiamate, Duo presenta una funzionalità innovativa chiamata Knock Knock. Il destinatario della chiamata riceverà una breve anteprima del mittente, potendo così capire il motivo della videochiamata.

Infine Google afferma di preoccuparsi della privacy e della sicurezza dell’utente: tutte le videochiamate effettuate dall’app sono protette da crittografia end-to-end.

Google
Irene Podestà
@Irene_Silmarien

Videogiocatrice, social media dipendente e instancabile divoratrice di film e serie TV. Ama qualsiasi forma di tecnologia e tutto ciò che può essere definito smart.

Altri in Google

Come ottenere un buon posizionamento su Google

Come ottenere un buon posizionamento su Google

Marco Radaelli17 gennaio 2017
DeepMind, come l’IA cambierà il mondo, secondo Google

DeepMind, come l’IA cambierà il mondo, secondo Google

Irene Podestà6 dicembre 2016
Made by Google: cosa aspettarsi dall’evento del 4 ottobre

Made by Google: cosa aspettarsi dall’evento del 4 ottobre

Irene Podestà4 ottobre 2016
Google Trips, la nuova app per chi ama viaggiare

Google Trips, la nuova app per chi ama viaggiare

Irene Podestà21 settembre 2016
Google: Fuchsia il nuovo sistema operativo, cosa cambia

Google: Fuchsia il nuovo sistema operativo, cosa cambia

Marco Radaelli16 agosto 2016
Google Magenta: il primo brano composto dall’intelligenza artificiale

Google Magenta: il primo brano composto dall’intelligenza artificiale

Marco Radaelli6 giugno 2016
Google batte Oracle: legale uso di Java per lo sviluppo di Android

Google batte Oracle: legale uso di Java per lo sviluppo di Android

Marco Radaelli27 maggio 2016
Google Home, Android N e tutte le altre novità

Google Home, Android N e tutte le altre novità

Marco Radaelli19 maggio 2016
Google Translate: traduzioni facili e offline con un tap

Google Translate: traduzioni facili e offline con un tap

Marco Radaelli13 maggio 2016