Ehang 184 il primo drone per trasporto persone

0
4149
Drone trasporto persone ehang 184

Si chiama Ehang 184 ed è il primo drone adibito a trasporto persone. È stato presentato al CES 2016 dall’azienda Cinese Ehang, Inc. fondata nel 2014 e con sedi in Silicon Valley, Beijing, e Guangzhou e circa 200 dipendenti. Niente male per un’azienda nata nel 2014.

Il fondatore Ehang CEO Huazhi ha iniziato a sviluppare il suo drone adibito al trasporto di persone, un paio di anni fa, dopo aver perso due amici in un incidente aereo, con il preciso obiettivo di progettare il più sicuro velivolo di trasporto per persone al mondo.

https://youtu.be/IrPejpbz8RI

Come funziona

L’idea alla base dell’Ehang 184 è molto semplice, è sufficiente salire a bordo, selezionare la destinazione attraverso l’utilizzo di un tablet e partire! al resto penserà il drone. A bordo c’è posto per una sola persona e non è previsto un pilota.

Il drone si occuperà di calcolare la rotta e gestire le comunicazioni con le autorità di controllo aereo e gli altri velivoli in circolazione, scegliendo sempre il percorso più breve per raggiungere la località di destinazione.

Il sistema di sicurezza a bordo del drone entrerà in funzione in caso di malfunzionamenti, conducendo il drone a terra, inoltre il passeggero potrà decidere in ogni momento di effettuare un atterraggio di fortuna.

Caratteristiche Tecniche

L’Ehang 184 è costruito con materiali in fibra di carbonio e uno scheletro in alluminio, equipaggia 8 motori da 142 hp/106 kW che forniscono energia ad altrettante eliche. Le eliche sono divise in quattro gruppi da due, collocate sopra e sotto i relativi supporti. I supporti possono essere ripiegati in alto quando il drone è parcheggiato in modo da occupare meno spazio passibile. Le batterie hanno un autonomia di circa 23 minuti e si ricaricano in quattro ore in condizioni normali o due in modalità veloce, la velocità massima è di 100 km/h e può raggiungere un’altezza di 3.499m.

Costi e normativa

Le dolenti noti arrivano dal prezzo fissato fra i $200,000 and $300,000 che non sono esattamente noccioline, per un mezzo che si propone il trasporto passeggeri per 23 minuti e si ricarica in 4 ore. Inoltre rimangono i dubbi di tipo normativo.

Il progetto è comunque affascinate per le sue possibili evoluzioni, secondo Ehang il drone è già pienamente funzionante e potrebbe entrare in commercio già il prossimo anno. Rimangono i dubbi normativi ed i costi che potrebbero essere non facilmente ammortizzabili anche da un’eventuale azienda di trasporto. Ed da Ehang hanno già twittato: “perché usare Uber se puoi avere un drone volante?”