Uber inizia a mappare le strade con macchine proprie

0
1263

Uber, colosso dei trasporti e da tempo ormai al centro di una contesa senza fine con tassisti e governi, ha iniziato ad inviare proprie macchine, dotate di fotocamera, per realizzare un servizio autonomo di mappature delle strade.

L’idea è ovviamente quella di seguire le orme di Google Maps e altri servizi simili. Attraverso una mappatura autonoma delle strade Uber vuole raccogliere informazioni utili per meglio calcolare i percorsi più utili per raggiungere un determinato luogoo nel minor tempo possibile.

Nel mese di Giugno, Uber aveva raggiunto un accordo con Microsoft per l’acquisizione di parte dell’asset tecnologico del servizio di mappe di Bing ed il trasferimento di numerosi impiegati specializzati nella raccolta di immagini. I termini dell’accordo erano rimasti tuttavia nebulosi.

E’ possibile che gli autoveicoli utilizzati da Uber per la mappatura delle strade siano dunque quelli usati in precedenza da Bing, opportunamente personalizzati con il marchio di Uber.

Uber dunque sarebbe all’opera per raccogliere dati sulle strade. Per il futuro, qualcuno immagina già, che questi dati possano essere utilizzati a supporto di macchine senza pilota, al pari delle Google Car o dei veicoli di Apple