Smartphone usarlo 68 minuti è sintomo di depressione

0
2038
DepressioneSmartphone51

“Dimmi quante ore passi davanti allo smartphone e ti dirò se sei depresso!” Ebbene sì, da oggi il tempo trascorso davanti allo schermo di un qualsiasi mobile è indicatore di eventuali disturbi dell’umore.

Questo il risultato di uno studio condotto dal professor David Mohr, della Northwestern University Feinberg School of Medicine negli State che insieme alla sua équipe ha somministrato ad un campione di 40 partecipanti un questionario iniziale chiedendo loro di rispondere ad alcune domande relative ai sintomi legati alla depressione.

Le risposte sono state poi incrociate con i dati registrati da un’App, fatta scaricare appositamente alle persone aderenti all’indagine. Per due settimane, infatti, l’App in questione ha raccolto informazioni generali non solo sull’impiego dello smartphone, ma attraverso il sistema GPS, anche sui luoghi dove perlopiù era usato.

L’incrocio di questi dati ha permesso di stimare, con una precisione dell’87%, che usare il computer per circa 68 minuti al giorno, in determinati luoghi, come ad esempio a casa, vegetando sul divano o sul letto, è sintomo di presunta depressione. Chi invece risulta esserne schiavo solo per 17 minuti, non ne sarebbe vittima.

Il motivo al livello inconscio, è sempre lo stesso, evitare situazioni della realtà che si avvertono come scomode. Un modo di sfuggire i contesti che non si vogliono affrontare, a scapito del dialogo e della comunicazione. La depressione, infatti, tende ad azzerare ogni tipo di stimolo e a far sentire impotenti e senza risorse, in questo caso lo smartphone diventa il luogo migliore in cui trovare rifugio sicuro.

Perciò, dopo la pubblicazione di questo studio sul Journal of Medical Internet Research, non ci potrà più nascondere dietro la scusa dell’interesse o del lavoro, perché stare 68 minuti con gli occhi sullo schermo, in alcuni luoghi precisi, non vorrà dire essere più impegnati, ma solo tristi e depressi o sulla buona via per diventarlo.