Flash Player è poco sicuro, Facebook vuole vederlo scomparire

0
1913

È tempo per Adobe di fissare una data entro la quale ritirare Flash Player dal mondo del Web, lo chiede Facebook attraverso il suo responsabile della sicurezza Alex Stamos, che su Twitter non usa mezzi termini:

https://twitter.com/alexstamos/status/620306643360706561

Che tradotto letteralmente in italiano potrebbe suonare come qualcosa del tipo:

“È tempo che Adobe annunci la data della fine del ciclo di vita per Flash e chiedere ai browser di fissare una data per farlo scomparire nello stesso giorno”.

Facebook dunque vuole che Adobe Flash esca dal mercato e chiede che venga fissata una data ufficiale in modo che tutti coloro che ancora utilizzano il player di Adobe possano avere il tempo di migrare i loro prodotti a tecnologie più sicure e recenti. Ovviamente il candidato naturale per prendere il posto di Flash in tutte quelle applicazioni che hanno estensioni multimediali o richiedono una forte interazione dell’utente attraverso il browser è HTML 5.

Si tratta di una presa di posizione piuttosto dura di Facebook nei confronti di Flash, ma d’altra parte i recenti accadimenti che hanno ancora una volta mostrato tutte le debolezze di Adobe Flash Player conducono gli esperti di Facebook a mettere alle strette i produttori del player.

A nulla valgono infatti le costanti patch rilasciate da Adobe per chiudere ogni falla scoperta nel player. Gli exploit scovati da Hacking Team hanno messo alla luce, nuovamente, tutti i rischi connessi al player di Adobe.

Alla dura presa di posizione di Facebook segue una presa di posizione altrettanto dura da parte di Firefox che decide di bloccare tutte le versioni del player per default fino alla versione 18.0.0.203 per Windows e Mac.

Le versioni successive alla 18.0.0.203 sono per ora considerate attendibili, almeno per ora.

Resta il fatto che Adobe Flash Player è nell’occhio del ciclone, e le aziende più importanti in internet iniziano a mostrare segni di scarsa tollerabilità nei confronti di un prodotto che mette in mostra tutti i segni del tempo e che secondo quanto dicono gli esperti di sicurezza apre troppe porte ai malintenzionati. Per la mole di dati e la delicatezza delle informazioni che ai nostri giorni passano in internet questo è davvero un serio problema.