Nuove immagini da Plutone, compare la “Coda della Balena”

0
2660

La sonda New Horizons transiterà il 14 Luglio alle 13.39 a soli 12.500 Km di distanza dalla superficie di Plutone. Sarà la distanza più piccola che separerà la sonda dal pianeta prima che New Horizons riparta per il suo viaggio all’esplorazione dello spazio.

New Horizons è una sonda spaziale sviluppata dalla NASA proprio per consentire di acquisire dati sulle geologia e la morfologia del pianeta Plutone e del suo satellite Caronte. La sonda è partita il 19 Gennaio 2006 dalla base di Cape Canaveral e dopo avere esaurito il suo compito giungendo il più vicino possibile a Plutone proseguirà la sua missione nello spazio verso la fascia di Kuiper.

Dunque, dopo 9 anni di viaggio, New Horizons è vicina a compiere la sua missione, e a fornirci informazioni preziose su Plutone. Nel frattempo la NASA pubblica alcune delle foto scattate da New Horizons nel suo processo di avvicinamento al pianeta e titola il post che accompagna le immagini con “New Image of Pluto: ‘Houston, We Have Geology”. In altre parole New Horizons è abbastanza vicina a Plutone da scattare immagini in grado di mostrare la geologia del pianeta.

“All’inizio era un puntino luminoso. Poi è diventato una sfera sfocata. Ora – nelle ultime immagini inviate dalla sonda della NASA New Horizons – Plutone si sta rivelando come un intrigante nuovo mondo con caratteristiche di superficie ben distinte, inclusa un’immensa striscia nera conosciuta come ‘The Whale’ (La balena)”

Scrive Tricia Talbert che firma l’articolo che annuncia le nuove immagini in arrivo da Plutone. Nello stesso articolo si legge:

“Siamo abbastanza vicini da poter iniziare a vedere la geologia di Plutone – ha detto Curt Niebur scienziato che segue il programma New Horizons dal quartier generale della NASA in Washington, che è molto interessato alla zona grigia appena sopra la coda della balena. “È una zona di transizione unica con un sacco di processi dinamici che la rendono di particolare interesse scientifico”

nh-7-10-15_pluto_image_nasa-jhuapl-swri_0

Le ultime immagini di Plutone inviate sul pianeta terra sono state scattate il 9 Luglio da una distanza di 5.4 milioni di chilometri con una risoluzione di 27 chilometri per pixel. A questa distanza gli scienziati sono stati in grado di iniziare a fare il quadro della conformazione geologica di Plutone. Nelle ultime immagini disponibili si vede il lato di Plutone opposto alla sua luna più grande Caronte, e si osserva abbastanza chiaramente la zona più scura che è stata immediatamente battezzata “la coda della balena” per la sua classica forma che ricorda appunto la parte finale dell’enorme cetaceo.

New Horizons dunque e ad un passo da vedere Plutone a distanza ravvicinata, nel frattempo la Nasa non dimentica il suo satellite Caronte. La NASA pubblica immagini anche di Caronte e lo descrive come:

“Un mondo di voragini e crateri. La voragine più pronunciata, che si trova nel sud dell’emisfero è più lunga e molte miglia più profonda del Grand Canyon sulla terra, secondo quanto riportato da William McKinnon, a capo del team di scienziati che conduce le ricerche sulla Geologia e la Geofisica del programma New Horizons”

charon_annotated

Non molto lontano da quanto ci hanno raccontato i visionari registi fantascientifici del pianeta terra