Due dirigenti di Uber fermati in Francia per attività illegale

0
1831

Dopo i violenti scontri del 25 Giugno in Francia, quando i tassisti avevano letteralmente paralizzato il traffico di un’intera nazione, con una dura protesta contro Uber POP, i guai per la società di trasporto Americana non sono ancora finiti.

Sono stati fermati oggi i due dirigenti di Uber a capo del servizio in Francia: Thibaut Simphal e Pierre-Dimitri Gore-Coty. I due sono stati chiamati dalla polizia francese a rispondere dell’accusa di attività illegale.

La scorsa settimana in seguito alle violente proteste dei tassisti, il Ministro degli Interni francese si era visto costretto ad emanare un’ordinanza per fermare l’attività di Uber POP.

Uber POP è il servizio che consente a chiunque abbia un’eta maggiore di 21 anni di mettere a disposizione la propria auto e la propria patente per il trasporto di persone. Uber mette in contatto la domanda e l’offerta tramite un’App offrendo una ricompensa al tassista improvvisato e consentendo al cliente un notevole risparmio.

Nella scorsa settimana i tassisti avevano inscenato una protesta dura ed in qualche caso non esente da atti violenti contro Uber POP.

L’arresto dei due dirigenti di Uber rientra nel braccio di ferro fra la Francia ed Uber. Da un lato il ministro impone il blocco del servizio, dall’altro l’azienda americana respinge l’ordinanza in assenza di una sentenza di un tribunale che dichiari illegale il servizio.

Le autorità francesi oggi hanno schierato altri 200 agenti per dare la caccia ad autisti che secondo le autorità continuano ad agire in piena clandestinità