Google

Google vuole contare le calorie dalle foto del cibo

Google vuole contare le calorie dalle foto del cibo
Image By jeffreyw (CC BY 2.0)
Google vuole contare le calorie dalle foto del cibo
Pierfrancesco Biccoli

Se siete fra quelli che scattano foto dei piatti che cucinano, che mangiano a casa o al ristorante, sappiate che quelle stesse foto potrebbero ricordarvi a perenne memoria anche quante calorie avete ingerito.

La nuova tecnologia che conta le calorie da una foto è stata annunciata da Google durante il Rework Deep Learning Summit di Boston. Non si tratta ancora di un prodotto maturo e pronto per essere immesso sul mercato ma di una ricerca del tutto sperimentale condotta da Google nel segreto dei propri laboratori.
Il progetto prende il nome di Im2Calories e sfrutta le tecnologie già a disposizione di DeepMind società con focus sull’intelligenza artificiale acquistata da Google nel corso del 2014 per 400 milioni di dollari.

Im2Calories scompone il cibo presente in foto in elementi singoli e per ciascun elemento conta le calorie per poi sommarle e restituire il valore finale. Se il valore ottenuto non corrisponde alle aspettative dell’utente è possibile effettuare una correzione manuale e contribuire in questo modo all’algoritmo di apprendimento.

Al momento il progetto è semplicemente in fase di studio ma Google potrebbe depositare un brevetto a breve. L’utilità di una tecnologia di questo tipo è indubbia se si pensa a società come quella americana dove l’obesità è un problema reale e molto diffuso. Nel tempo si potrebbe coniugare un progetto come Im2calories ad un’applicazione che stima la quantità di movimento da effettuare per bruciare le calorie ingerite. Con le dovute precauzioni potrebbe anche aiutare a condurre una dieta equilibrata.

Per adesso in ogni caso siamo ancora nel campo della ricerca, le foto dei nostri piatti preferiti non potranno ancora farci sentire in colpa almeno per un po’.

Google
Pierfrancesco Biccoli
@pbicco

Programmatore, viaggiatore, sportivo, di solito mi lascio appassionare da tutto ciò che ha luci colorate e tasti da premere

Altri in Google

YouTube Music è arrivato in Italia: prezzi e dettagli

YouTube Music è arrivato in Italia: prezzi e dettagli

Mirko Nicolino19 Giugno 2018
GDPR: Facebook e Google hanno già violato la legge?

GDPR: Facebook e Google hanno già violato la legge?

Mirko Nicolino28 Maggio 2018
Android P: cosa cambia con Android TV

Android P: cosa cambia con Android TV

Mirko Nicolino9 Maggio 2018
Addio Google Play Music: c’è YouTube Remix

Addio Google Play Music: c’è YouTube Remix

Mirko Nicolino27 Aprile 2018
Gmail si rifà il trucco: ecco cosa cambia e quando sarà presentata

Gmail si rifà il trucco: ecco cosa cambia e quando sarà presentata

Mirko Nicolino12 Aprile 2018
Google: tra luglio e agosto un nuovo smartphone di fascia media

Google: tra luglio e agosto un nuovo smartphone di fascia media

Mirko Nicolino4 Aprile 2018
Google toglie il pulsante Visualizza Immagini ma un’estensione lo reinserisce

Google toglie il pulsante Visualizza Immagini ma un’estensione lo reinserisce

Mirko Nicolino16 Febbraio 2018
Google Chrome: attivo l’adblocker contro le pubblicità invasive

Google Chrome: attivo l’adblocker contro le pubblicità invasive

Mirko Nicolino15 Febbraio 2018
YouTube non funziona più sui dispositivi Amazon: ecco perché

YouTube non funziona più sui dispositivi Amazon: ecco perché

Mirko Nicolino7 Dicembre 2017

Il bello della tecnologia

Wolf Agency
Via Cavour 24,10024, Moncalieri (TO)
+ 39.388.6322400
[email protected]
TStyle by Wolf Agency - Via Cavour 24 - 10024 Moncalieri (TO) - info@tstyle.it - tel: 39 388.6322400