Xiaomi apre negozi online per l’Europa e l’America

0
1996

Xiaomi è un nome che non appartiene a quelli che gli Europei o gli Americani tipicamente associano ad un produttore di successo in campo tecnologico. Eppure Xiaomi è un gigante delle telefonia mobile, con sede nel distretto di Haidian in Cina. Gli ultimi dati accreditano a Xiaomi la terza posizione nella speciale classifica dei produttori mondiali di smartphone. Un concorrente decisamente temibile per Samsung, Apple, LG, HTC e soci che però fino ad ora aveva snobbato il mercato Europeo e quello Americano.

La novità è che da oggi la compagnia Cinese ha iniziato a spostare il suo raggio d’azione verso America ed Europa aprendo due store online attivi per i rispettivi mercati. In Europa saranno Francia, Germania e Inghilterra i primi paesi ad essere interessati dal produttore cinese.

Quello di Xiaomi è apparentemente un test, un ingresso in punta di piedi in mercati del tutto sconosciuti per il gigante asiatico. In una prima fase il produttore cinese venderà un finess tracker da 14.99$, un paio di cuffie da 79.99$ e due battery pack USB, uno da 5.000mAh da 9.99$ e uno da 10.400mAh da 13.99$. Nessuno smartphone per adesso.

Xiaomi è nota in Cina per essere un produttore che coniuga prodotti di ottima qualità ad una politica prezzi molto aggressiva. Lo Xiaomi Mi4 con un processore quad-core Qualcomm Snapdragon 801 (MSM8974AC) ed un display 5 pollici con risoluzione Full HD (1920×1080 pixel) viene attualmente commercializzato ad un prezzo intorno ai 370€.

Hugo Barra global VP di Xiaomi aveva annunciato il suo interesse per Europa e America già lo scorso anno, ma non aveva rilasciato una data entro la quale gli smartphone di punta del produttore cinesi sarebbero arrivati in questi mercati. Apparentemente gli smartphone sarebbero ancora in fase dei test necessari per la certificazione hardware e software.

Xiaomi con questa mossa intende testare soprattutto due mercati dove il brand del produttore Cinese non è ancora percepito come un competitor per Samsung e Apple ma piuttosto come un abile riproduttore delle caratteristiche dei brand più famosi.

Tuttavia uno sbarco di Xiaomi in Europa e in America aprirebbe ulteriormente la contesa nel segmento degli smartphone di fascia medio/alta con la variabile del prezzo piuttosto contenuto, con un possibile riaccendersi della competizione.