HTC One M9 non rivoluzione ma evoluzione

0
2452

HTC ha presentato al Mobile World Congress di Barcellona il suo nuovo top di gamma l’HTC One M9. Così dopo averne tanto favoleggiato il nuovo prodotto di punta della casa taiwanese è stato completamente svelato con tutte le novità che porta in dote.

I particolari che fanno la differenza

In realtà ad un primo sguardo le novità non sono poi tante. L’impatto visivo è molto simile a quello dell’HTC One M8 e d’altra parte l’estetica dell’M8 ed i materiali utilizzati avevano già conquistato il grande pubblico. Uno dei successi di questo smartphone era stato per l’appunto il suo design.

Rispetto al suo predecessore il nuovo HTC One M9 è leggermente più stretto, un po’ più corto e solo di poco più spesso. Niente che abbia un impatto rivoluzionario sull’estetica, semplicemente qualche aggiustamento teso a rendere lo smartphone più consistente al tatto e migliorarne la presa.

In ogni caso l’HTC One M9 è costituito da una monoscocca interamente in alluminio trattata con un processo di doppia anodizzazione. In altre parole l’alluminio con cui è stato realizzato il telefono è stato trattato in modo da essere resistente a vari agenti di corrosione, contemporaneamente questo processo garantisce anche di poter applicare al materiale diverse tipologie di colore in modo molto preciso. Ed in effetti la scocca dell’HTC One M9 ha una diversa colorazione sul bordo e sulla cover. Attualmente sono disponibili tre colorazioni: Oro su Oro, Oro su argento, Oro su grigio scuro.

Obiettivo personalizzazione

Ed è qui che si iniziano ad intravedere le differenze con l’HTC One M8, non si tratta di una rivoluzione ma di piccoli dettagli che però rendono questa nuova versione infinitamente personalizzabile. L’obiettivo di HTC con il suo M9 non è stravolgere, ma garantire all’utente di poter personalizzare un telefono già molto amato dai suoi utenti in mille modi diversi. Le sfumature di colore e la perfezione maniacale con cui tutti i dettagli costruttivi sono stati progettati sono appunto orientati alla massima personalizzazione.

Il bordo e i pulsanti

In ogni caso il bordo colorato che circonda la scocca è veramente bello. Sul bordo destro trovano posto il bilanciere del volume che rispetto a quello a cui eravamo abituati nell’M8 è stato diviso in due tasti separati, e proprio al di sotto il pulsante d’accensione. L’allogiamento per la microSD è stato spostato in alto poco sopra i pulsanti del volume.

htc-one-m9-profilo

Fotocamera da 20MP e Fotocamera Ultrapixel

Nella sezione frontale la griglia degli altoparlanti BoomSound occupa uno spazio leggermente ridotto per fare spazio alla fotocamera UltraPixel. Una delle novità rilevanti di questo HTC One M9 è infatti relativa al comparto fotografico. La fotocamera principale del nuovo HTC è infatti basata su un sensore BSI da 20MP f2/2 in grado di registrare video 4k. La tecnologia UltraPixel che aveva caratterizzato M8 non è stata tuttavia completamente abbandonata, viene invece adottata sulla fotocamera frontale. Questo particolare spinge HTC a pubblicizzare il suo M9 come perfetto per scattare selfie.

htc-one-m9-sezione-frontale

htc-one-m9-fotocamera-principale

In realtà gli estimatori di M8 non hanno particolarmente gradito questa mossa. Le foto scattate con M8 in tecnologia UltraPixel sono sempre risultate più che ottimali e perfettamente comparabili con la concorrenza, inoltre per caratteristiche stesse della tecnologia, perfettamente bilanciate anche in condizioni di luce scarsa. L’adozione di una telecamera da 20MP porta HTC One M9 sullo stesso terreno della concorrenza sul piano della gestione del comparto fotografico, terreno da cui HTC si era nettamente distanziata in precedenza.

Nuova Sense 7

Da un punto di vista strettamente software la principale evoluzione risiede nel rilascio di Sense 7, la nuova versione dell’interfaccia UI che caratterizza i telefoni di HTC. La Sense 7 si integra perfettamente con il Material Design di Android Lollipop, sistema operativo con cui è equipaggiato il telefono ed offre una nutrita gamma di personalizzazioni.

BlinkFeed è stata aggiornata aggiungendo una funzione di geolocalizzazione in modo per esempio da poter visualizzare suggerimenti sulla base della propria posizione geografica o dell’orario. Ad esempio all’ora di pranzo potrebbe suggerirvi i ristoranti in zona prelevandoli dal database di FourSquare o Yelp. La stessa funzione compare anche nella Sense Home che organizza le applicazioni suggerendovi quelle che possono essere di maggiore interesse per voi sulla base della vostra posizione o suggerimenti su altre app da scaricare. Tutto naturalmente personalizzabile.

La personalizzazione è estrema in Sense, tutto può essere combinato e mescolato a proprio piacimento. C’è un set di temi preinstallato sul telefono ma in realtà HTC stimola a crearne di nuovi e di propri magari da condividere con gli amici. Prepariamoci perciò a vedere HTC One M9 con interfacce multicolorate e font del tutto improbabili, la personalizzazione ha volte ha le sue controindicazioni.

Disponibilità e prezzo

Il nuovo top di gamma di HTC sarà disponibile in Italia nel mese di Aprile ad un prezzo di 749€.

[youtube http://youtu.be/BWhM_oHr558]