Faraday Porteur l’e-bike con l’aspetto di una bici classica

0
2248

Faraday Porteur era già nota al grande pubblico per avere vinto l’Oregon Manifest. La competizione premia le bici ideali per muoversi all’interno dell’area urbana.

Già più di due anni fa la Faraday Porteur aveva fatto parlare di se per le sue grandi qualità tecniche, per il suo design innovativo e per la sua versatilità nel ciclo urbano.

Tuttavia Adam Vollmer, a capo del progetto Faraday Pourter, non ha smesso di sviluppare la sua e-bike ed ha continuato a portare avanti la sua idea di bici elettrica

[youtube http://youtu.be/RdULMUVdVUs]

Le novità apportate nel ciclo di sviluppo sono tante, rimane identica l’estetica, ma c’è una nuova batteria, un’elettronica totalmente rinnovata, una maggiore resistenza all’acqua ed un telaio più robusto.

La caratteristica principale della Faraday Porteur rimane nel suo design estremamente classico. L’opera maggiore di ingegnerizzazione di questa e-bike risiede nell’invisibilità di tutte quelle parti che non sono tipiche di una bici classica.

Invisibile è il motore integrato nella ruota anteriore, invisibile è la batteria totalmente integrata all’interno della struttura della bike in modo da rendersi assolutamente irriconoscibile.

Queste caratteristiche rendono la Faraday Porteur una bici che ha un impatto più naturale per gli amanti dei pedali.

Nonostante il suo aspetto retrò tuttavia la Faraday Pourteur è un condensato di tecnologia. Ha un peso di appena 17.7Kg, un motore da 250W e un’autonomia di circa 15-25km se utilizzata costantemente in pedalata assistita. Ha una coppia di fari led che entrano automaticamente in funzione appena i sensori rilevano un abbassamento della luce circostante. Ha un “portabagagli” anteriore totalmente rimovibile ma molto utile per piccoli trasporti e la batteria si ricarica totalmente in appena 45 minuti.

Il prezzo è di circa $3,500 su kickstarter