Internet

Le 10 migliori scuse per non rispondere su WhatsApp (dopo la spunta blu)

Le 10 migliori scuse per non rispondere su WhatsApp (dopo la spunta blu)
Redazione TStyle

Da oggi WhatsApp ha una nuova funzione che sarà croce e delizia di amici, amanti, parenti e di chiunque altro a vario titolo utilizzi WhatsApp come sistema di messaggistica.

Arriva una nuova icona: la “doppia spunta blu”! Se accanto ad un messaggino di WhatsApp vedrete comparire la famigerata “doppia spunta blu” avrete la certezza che il destinatario del messaggio lo ha anche letto.

Per cui da oggi potete anche dire addio alla vostra faccina innocente e alla vocina da attore consumato che recita “mi dispiace non mi è arrivato il messaggio” ma dovrete inventarvi nuove e più fantasiose scuse per non rispondere al disturbatore di turno. Alcune potrebbero essere:

1) Non ho aperto io Whatsapp, è stato il gatto.
2) Whatsapp? Non lo uso, uso il messenger di facebook.
3) Whatsapp? Guarda che io non ho neanche il telefonino!
4) Whatsapp? Strano, non pensavo girasse sul mio Nokia 3310
5) Sì, ho letto il messaggio, ma ero sul water e ho pensato non fosse carino rispondere da lì.
6) Non ci crederai, ma il touchscreen ha smesso di funzionare!
7) Ma io ho risposto, solo che ho sbagliato account!
8) Ti GIURO che il messaggio non mi è arrivato!
9) Mi hai scritto? E io che pensavo di averti bloccato!
10) Sì, ho letto il tuo messaggio e non ti ho risposto SOLO per capire se questa doppia icona blu funziona davvero

Già che ci siamo vi sveliamo anche il significato delle altre icone di whatsapp:

un’icona con segno di spunta grigio: messaggio spedito correttamente
un’icona con doppio segno di spunta grigio: messaggio ricevuto correttamente

ed infine la nuova icona con doppia spunta blu che ci scommettiamo in breve tempo diventerà la più odiata fra gli utenti di WhatsApp

Immagine di copertina Bhupinder Nayyar (CC BY 2.0)

Internet
Redazione TStyle
@tstyleonline

Altri in Internet

Youtube diventa più social con Share

Youtube diventa più social con Share

Irene Podestà19 gennaio 2017
Video porno su YouTube grazie ad una falla

Video porno su YouTube grazie ad una falla

Marco Radaelli18 gennaio 2017
Come ottenere un buon posizionamento su Google

Come ottenere un buon posizionamento su Google

Marco Radaelli17 gennaio 2017
L’introduzione di nuovi domini gTLD aprono nuovi scenari per il tuo sito web

L’introduzione di nuovi domini gTLD aprono nuovi scenari per il tuo sito web

Marco Radaelli14 gennaio 2017
Facebook Journalism Project, la guerra alle bufale ha inizio

Facebook Journalism Project, la guerra alle bufale ha inizio

Irene Podestà12 gennaio 2017
Trello acquistata da Atlassian per 425 milioni di dollari

Trello acquistata da Atlassian per 425 milioni di dollari

Irene Podestà11 gennaio 2017
Eye Pyramid: ecco cosa fa il malware che ha spiato i “potenti”

Eye Pyramid: ecco cosa fa il malware che ha spiato i “potenti”

Marco Radaelli11 gennaio 2017
Facebook, in arrivo la pubblicità all’interno dei video

Facebook, in arrivo la pubblicità all’interno dei video

Irene Podestà10 gennaio 2017
Yahoo diventa Altaba e la Mayer andrà via

Yahoo diventa Altaba e la Mayer andrà via

Marco Radaelli10 gennaio 2017