Surface 3: tecnologia al top, ma prezzi troppo alti

0
2121

E tre. Microsoft ci riprova. Nonostante le due precedenti versioni del tablet Surface non abbiano ricevuto l’accoglienza attesa, anzi, siano da più parti state definite come dei veri e propri flop, Microsoft non demorde, decisa a proseguire sulla strada della mobility, ritenuta ormai strategica per la sopravvivenza nel lungo periodo dell’azienda.

Il Surface Pro 3, da pochissimo disponibile anche in Italia nonostante Microsoft avesse inizialmente escluso il nostro mercato dalla prima fase di lancio del prodotto, si presenta come un tablet completo e di sostanza. In effetti, più che un semplice tablet, il Surface 3 Pro viene presentato come il prodotto perfetto per sostituire il notebook, perché unisce la leggerezza e le dimensioni compatte di un tablet con la potenza e le funzioni di un notebook.

Le dimensioni contano!

Lo schermo da 12 pollici ha una risoluzione di 2.160×1.440 pixel: ben più elevata di quella dei comuni notebook. Tuttavia, nonostante il display più grande rispetto al passato, le dimensioni sono rimaste contenute in 29,2×20,1×9,1 millimetri per un peso di circa 800 grammi. Qualcuno potrà obiettare che per poter essere un vero sistema dedicato alla produttività oltre che all’intrattenimento manca quantomeno una tastiera, che però può essere aggiunta utilizzando la Type Cover, utilissima anche per proteggere il tablet.

Surface 3 Dockstation
Per essere bello, il Surface 3 lo è decisamente!

 

Anche le prestazioni contano!

Il Surface 3 è disponibile in cinque versioni:

• Intel Core i3, 64 GB e 4 GB di RAM: 819 euro
• Intel Core i5, 128 GB e 4 GB di RAM: 1.019 euro
• Intel Core i5, 256 GB e 8 GB di RAM 1.319 euro
• Intel Core i7, 256 GB e 8 GB di RAM 1.569 euro
• Intel Core i7, 512 GB e 8 GB di RAM 1.969 euro

E alla fine si paga il conto

Come si può notare i prezzi non sono esattamente “popolari”, e nonostante la versione base sia paragonabile all’iPad, tutte le altre costano decisamente di più e caratteristiche di elevato livello tecnico, risultano decisamente troppo costose per poter avere un successo di vendita paragonabile a quello dell’iPad o dei tablet Samsung con Android.
La dotazione hardware è identica per tutti e comprende una porta USB 3.0, un lettore di schede microSD, una Mini DisplayPort, la presa per le cuffie, il sensore di luce ambientale, l’accelerometro, il giroscopio, la bussola digitale e una fotocamera posteriore da 5 megapixel con la quale potremo registrare video full HD 1080p. Non mancano, ovviamente, il pieno supporto per il Wi-Fi ac/a/b/g/n e per il Bluetooth 4.0.