Fotografia

Leica M-P Typ 240: Il mito si rinnova

Leica M-P Typ 240: Il mito si rinnova
Fiore Perrone

Il nome Leica evoca sempre una forte suggestione negli amanti della fotografia, digitale o analogica che sia. Fa un po’ specie, quindi, che l’azienda tedesca abbia fatto debuttare in sordina la nuova Leica M-P Typ 240, una fotocamera che deriva direttamente dalla M Typ 240 e che apporta solo poche modifiche al progetto originario.

In effetti, probabilmente Leica non ha pubblicizzato più di tanto questa nuova versione perché, sostanzialmente, si tratta di una semplice rivisitazione del modello precedente. Una sorta di affinamento tecnologico sulla cui necessità di potrebbe anche disquisire per ore.

Estetica e Tecnica

Esteticamente cambia poco: guardando attentamente il corpo macchina si nota solo l’eliminazione del bollino rosso con il marchio Leica, sostituito da una più sobria e discreta scritta sulla parte superiore dello chassis. Tra le altre novità introdotte citiamo il raddoppio del buffer di memoria, che passando da 1 a 2 GB permette alla Leica di migliorare le prestazioni nello scatto a raffica, non tanto nella velocità di scatto, che rimane fissata a 3 foto al secondo, quanto nella quantità di foto che possono essere scattate prima che la fotocamera si fermi per svuotare il buffer. Prima erano 8 le foto che potevano essere scattate in sequenza, ora sono più che raddoppiate, anche perché mentre scatta la fotocamera scarica contemporaneamente il buffer.

Cambia anche il display posteriore, non nella qualità e nella quantità dei pixel presenti, ma nel rivestimento, che adesso non è più in Gorilla Glass 2, ma in cristallo zaffiro considerato più resistente del precedente rivestimento, tanto che Leica lo definisce “praticamente indistruttibile”. Piccola modifica anche all’oculare nel quale viene visualizzata la scena inquadrata, che guadagna un trattamento antiriflesso su entrambi i vetri, che ne migliora la visibilità in ogni condizione di luce.

Non cambiano il sensore CMOS da 24 megapixel Leica Max 24 P e il processore digitale d’immagine Maestro, mentre cambia, e di molto, il prezzo. Il nuovo modello costerà, infatti, circa 1000 dollari più del precedente, ovvero 7.950 dollari, e sarà disponibile nei colori nero e argento cromato.

Fotografia
Fiore Perrone
@P_Fiore

Appassionato di fotografia, musica e buoni libri da anni scrivo di tecnologia per le maggiori testate italiane. Nel tempo libero non smetto mai di stupirmi per le cose che scopro.

Altri in Fotografia

Come Scegliere una Macchina Fotografica Istantanea

Come Scegliere una Macchina Fotografica Istantanea

Isan Hydi10 Gennaio 2020
Stampa foto online: sconti e idee regalo personalizzate

Stampa foto online: sconti e idee regalo personalizzate

Mirko Nicolino6 Luglio 2017
Polaroid 600, il ritorno: quanto costa e caratteristiche

Polaroid 600, il ritorno: quanto costa e caratteristiche

Mirko Nicolino22 Febbraio 2017
Impossible I-1: la Polaroid rinasce in una fotocamera istantanea

Impossible I-1: la Polaroid rinasce in una fotocamera istantanea

Mirko Nicolino16 Maggio 2016
Kodak rispolvera il Super 8 al CES 2016

Kodak rispolvera il Super 8 al CES 2016

Pierfrancesco Biccoli8 Gennaio 2016
Leica SL la fotocamera full-frame per utenti di fascia alta

Leica SL la fotocamera full-frame per utenti di fascia alta

Romeo Balestrieri21 Ottobre 2015
GoPro Hero+ telecamera a basso costo con WI-FI

GoPro Hero+ telecamera a basso costo con WI-FI

Redazione TStyle28 Settembre 2015
Canon sviluppa un sensore da 250 MegaPixel

Canon sviluppa un sensore da 250 MegaPixel

Romeo Balestrieri8 Settembre 2015
Snap la Polaroid tascabile che stampa senza inchiostro

Snap la Polaroid tascabile che stampa senza inchiostro

Maria Elia2 Settembre 2015

Il bello della tecnologia

Wolf Agency
Via Cavour 24,10024, Moncalieri (TO)
+ 39.388.6322400
[email protected]
TStyle by Wolf Agency - Via Cavour 24 - 10024 Moncalieri (TO) - info@tstyle.it - tel: 39 388.6322400