Pattini elettrici in arrivo i RocketSkates

0
5348
Pattini elettrici rocketskates
Pattini elettrici rocketskates

Pattini elettrici ecco l’ultima tendenza in fatto di mobilità in arrivo dall’America. L’idea è di Acton Inc, il sistema di raccolta fondi per la produzione è crowfunding, il nome del progetto è: RocketSkates . Allo stato attuale la raccolta per la campagna fondi è disponibile su KickStarter .

Ma prima di ogni altra cosa diamo un’occhiata al progetto. Si tratta di un paio di comuni pattini, o insomma quasi comuni viste le dimensioni e la forma non esattamente minuta e più vicina a quella di un pezzo di un qualche robot giapponese piuttosto che a quella tipica di un paio di normali pattini.

Pattini elettrici Rocketskates-4
Pattini elettrici Rocketskates

Autonomia e Velocità

Sono equipaggiati con un paio di pacchi di batterie a ioni di litio e sono disponibili in tre configurazioni: Red Rocket con 45 minuti di autonomia, Terminator Chrome con 70 minuti di autonomia e Deep Space nero per lunghi viaggi di ben 90 minuti di autonomia. La velocità massima circa 20Km/h. Ogni pattino è dotato di un microprocessore e propri motori in modo che possa sincronizzare la velocità con il pattino gemello. Infine per variare la velocità è sufficiente inclinare la punta del piede in avanti per accelerare e indietro per rallentare. Non è necessario nessun telecomando.

App e Smartphone

Immancabile l’App per collegare i pattini allo smartphone. Con ACTON app si possono monitorare i percorsi effettuati, lo stato delle batterie, e naturalmente tramite l’app si rimane in contatto con gli altri pattinatori in modo da formare una community di RocketSkaters.

Acton dichiara che a breve sarà disponibile un SDK per gli sviluppatori interessati nella creazione di app per i RocketSkates.

Come si indossano

Si possono usare con qualunque tipo di scarpe e teoricamente si può anche camminare continuando ad indossarli anche se a prima vista non credo che sembrerete dei campioni di portamento.

Punti negativi

Probabilmente solo qualche remora nel pensare che potrebbero non essere esattamente il massimo della sicurezza. Funzionano perfettamente su strade lisce e ben asfaltate, ma su qualche strada lastricata di sanpietrini all’italiana? e poi se urtate contro un marciapiede o un ostacolo che tipo di controllo potrete avere? In tutti e due i casi penso che si tratterebbe di un bel guaio, ma d’altra parte andreste con i vostri pattini normali a fare una passeggiata sui sanpietrini? e se urtate qualcosa con i vostri pattini che tipo di controllo avete?

Tuttavia il progetto sembra interessante e come tutti i progetti appena nati avrà ancora parecchia strada da fare prima di diventare affidabile, Acton ci crede, magari diventano un fenomeno di costume!
[ylwm_vimeo width=”700″ height=”437″]100237924[/ylwm_vimeo]