Apple Watch non ama i tatuaggi scuri

0
2221

Come ormai di consueto quando sul mercato arriva un nuovo prodotto targato Apple arrivano anche una serie di segnalazioni su malfunzionamenti o presunti tali che ne caratterizzano inevitabilmente i primi giorni di vita.

Così dopo l’antenna che su iPhone 4 non consentiva una buona ricezione in determinate situazioni e il bendgate su iPhone 6 che mostrava il telefonino piegarsi impietosamente se conservati per esempio nella tasca dei pantaloni è ora il turno del TattooGate di Apple Watch.

L’Apple Watch non amerebbe i tatuaggi scuri sui polsi. Se posizionato su un polso tatuato, gli utenti segnalano malfunzionamenti del sensore per la frequenza cardiaca, inoltre l’Apple Watch non riuscirebbe a stabilire un diretto contatto con la pelle causando una richiesta continua del PIN per l’accesso.

Il sito iMore per verificare l’effettivo malfunzionamento degli Apple Watch ha effettuato una serie di test concludendo che i malfunzionamenti segnalati dagli utenti potrebbero in qualche caso essere reali specialmente in corrispondenza di tatuaggi abbastanza scuri.

La spiegazione tecnica della non corretta misurazione del battito cardiaco sarebbe da ricercarsi nei led verdi che Apple Watch utilizza per valutare la quantità di sangue che scorre nel polso. I tatuaggi di colore scuro interferirebbero con questo sistema dando luogo a misurazioni non corrette.

Nessuna spiegazione tecnica per il problema della ripetuta richiesta del PIN aggirabile tuttavia disattivando la funzione che controlla che l’orologio sia effettivamente al polso dell’utente. Una soluzione decisamente non perfetta, anzi una non soluzione che porta alla disattivazione di una funzione che non funziona come dovrebbe se pur prevista dal prodotto, tuttavia sempre meglio che non utilizzare per niente Apple Watch in attesa che venga rilasciato un prossimo update

[youtube https://youtu.be/3K-16OIjnYA]